Top Gear, Jeremy Clarkson: “Ho detto ‘no’ alla BBC…”

Jeremy Clarkson (Getty Images)
Jeremy Clarkson (Getty Images)

 

La BBC gli ha offerto di tornare alla conduzione di Top Gear, ma lui – offeso da un manager dell’azienda che lo aveva paragonato a Jimmy Savile – ha rifiutato “per ripicca”. E’ questo l’ultimo, inedito capitolo della “saga” nata dal licenziamento di Jeremy Clarkson dallo storico programma dell’emittente britannica dedicato ai motori. A raccontare l’episodio è stato lo stesso Clarkson, che ha poi rivelato l’intenzione di lanciare un nuovo programma dedicato alle auto per fare concorrenza alla sua vecchia “creatura”…

 

Lo showman al contrattacco

A detta di Jeremy Clarkson, alla fine della scorsa settimana, qualche giorno prima dell'”insediamento” del nuovo presentatore Chris Evans, un pezzo grosso della BBC gli ha chiesto di tornare alla conduzione del “suo” Top Gear, dal quale è allontanato qualche mese fa a seguito della ben nota “scazzottata” con un produttore del programma per un’incomprensione relativa al menù di una cena sul set.

Il 55enne showman, però, avrebbe rifiutato la ghiotta proposta. Il motivo? Tempo addietro un altro dirigente dell’emittente (per il momento anonimo) di Sua Maestà lo aveva paragonato a Jimmy Savile, il noto conduttore britannico la cui popolarità fu incrinata, nella seconda metà degli anni Duemila, dalle voci diffuse sul suo conto relative a presunti episodi di pedofilia e violenza sessuale.

“Sono successe troppe cose – ha dichiarato Clarkson a The Sun – . Dopo che qualcuno alla BBC mi ha paragonato a Jimmy Savile… come potevo tornare?”.

“I riflettori – ha aggiunto – sarebbero stati puntati tutti su di me e alla fine il programma sarebbe stato neutralizzato. Sarebbe stato difficile fare qualsiasi cosa senza interferenze. E sarebbe stato impossibile fare il programma che avrei voluto io. Credo che anche loro ne fossero consapevoli, ed è per questo che hanno affidato l’incarico a Chris subito dopo aver parlato con me”.

La BBC, dal canto suo, ha negato di aver offerto a Clarkson di tornare alla guida di Top Gear e – ringraziandolo nuovamente per quanto fatto in passato – si è limitata ad augurargli “buona fortuna”. Evans ha invece liquidato le ultime rivelazioni del “mattatore” affermando che Clarkson “sente le voci”…

Come accennato, Jeremy Clarkson ha anche rivelato l’intenzione di lanciare un nuovo programma sempre dedicato ai motori, per fare concorrenza al Top Gear di Evans, il quale – in veste di conduttore e produttore dello show – percepirebbe un assegno di ben 5 milioni di sterline. E secondo alcune fonti ben informate, all’avventura potrebbero partecipare anche i suoi ex colleghi Richard Hammond e James May. Anzi, i due – ma sono indiscrezioni ancora tutte da confermare – sarebbero già al lavoro sul set.

Alludendo all’arrivo del nuovo programma, Clarkson si è lasciato andare a un’eloquente battuta: “Spero che Chris si diverata condurre quello che, ancora per un paio di settimane, sarà lo il programma di motori più importante del mondo”.

La sfida è aperta…