MotoGP, Silvano Galbusera: “La qualifica è la chiave del Mondiale”

Silvano Galbusera e Valentino Rossi (Getty Images)
Silvano Galbusera e Valentino Rossi (Getty Images)

Il Motomondiale 2015 si è messo alle spalle la settima tappa in Catalunya, ma piloti, tecnici e tifosi sono già con il pensiero rivolto alla prossima gara ad Assen. Mentre Honda e Ducati fanno i conti con qualche problema ed errore di troppo le Yamaha hanno preso il volo in testa alla classifica e il titolo iridato sarà una questione riservata tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

Una sfida sensazionale che si ripete a distanza di anni e tiene sulle spine la casa di Iwata, perchè un errore potrebbe compromettere la marcia trionfale della Yamaha. Una bagarre che si correrà sul filo del rasoio, perchè una caduta può costare molto cara…

 

L’eterna sfida tra Valentino e Lorenzo

I due compagni di squadra ed eterni rivali sono abbastanza maturi e hanno dimostrato di aver messo da parte quell’astio che caratterizzava la loro rivalità passata. Ma è pur vero che entrambi sono decisi a mettere le mani sul titolo iridato e allora dal prossimo GP d’Olanda saranno ‘sportellate’ tra il Dottore e il Martillo.

“Perché se pensi al campionato, leader è Valentino e Jorge è ‘hunter’. Però se guardi a quello che è successo nelle ultime gare, i ruoli si invertono. A fuggire è Lorenzo, Rossi è il cacciatore. Interessante”, ha commentato Lin Jarvis come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’. “Avevo previsto la nostra doppietta, ho sbagliato solo la Honda sul podio, pensavo a Marc, invece è stato il giorno di Pedrosa”.

Fino a questo momento non c’è mai stata una battaglia corpo a corpo tra i due piloti, almeno fino a quando Valentino Rossi non riuscirà a partire dalla prima fila. Una pecca che si porta dietro da tempo, ma che quest’anno è di vitale importanza per salire sul gradino più alto del podio. Non a caso il soprannome del pilota maiorchino è ‘Martillo’ e quando si mette in testa al gruppo non c’è avversario che tenga.

Ma la sfida arriverà a breve, è inevitabile, e il capotecnico del pilota pesarese, Silvano Galbusera, anticipa gli scenari del futuro prossimo: “L’atmosfera non cambierà. Non c’è tensione nel box, le cose vanno molto meglio che in passato. Valentino e Jorge sono due professionisti e si rispettano… La qualifica può diventare la chiave del Mondiale. E questa cavolata delle gomme supersoft ci rompe le scatole, in qualifica non puoi prendere rischi inutili, non so se Valentino se la senta. Però dobbiamo recuperare su questo fronte, o tutte le gare diventano a inseguimento: perdi 1” su Jorge e non lo prendi più”. E conclude con una previsione da brividi… “Jorge è in forma perfetta. Ma lo stesso posso dire di Vale – ha affermato Silvano Galbusera -. Ad Assen vedremo una gara cattiva”.