F1 McLaren, Fernando Alonso si arrende: “Ormai dobbiamo pensare al 2016”

Fernando Alonso (Getty Images)
Fernando Alonso (Getty Images)

Era stato messo in preventivo che il campionato 2015 per la McLaren sarebbe stato complicato a causa del passaggio ai propulsori turbo della Honda, ma non si pensava che lo sviluppo sarebbe progredito così lentamente e che sia Fernando Alonso sia Jenson Button avrebbero fatto così fatica. Sono solamente 4 i punti totalizzati finora dalla scuderia di Woking nelle prime 7 gare. Non si ricorda un inizio peggiore per questo team storico della Formula1.

Fernando Alonso ai microfoni di Autosport si è dimostrato arrendevole di fronte a questa situazione ed ha consigliato a tutta la squadra di concentrarsi sul 2016: “Considerata la posizione in cui siamo e le performance della monoposto credo che pensare all’anno prossimo sia la soluzione migliore per noi. Per quanto mi riguarda non avrei alcun problema a partire ogni gara dalla pit lane se potesse servire a far progredire l’auto. Questa è la priorità, concentrarci sul 2016 e vedremo cosa può offrire il team. I progressi sono stati abbastanza buoni finora, però la seconda parte del campionato resta un punto di domanda anche se siamo ottimisti”.

Il compagno di box dello spagnolo, Jenson Button, si è espresso sostanzialmente sulla stessa linea pur mantenendo un profilo più basso: “Siamo qui per sviluppare, per rendere la vettura più veloce e fare il miglior lavoro possibile in gara. Così, naturalmente, il prossimo anno sarà più eccitante e speriamo di poter lottare davanti. Ma per fare lo sviluppo è necessario spingere e vedere cosa si può fare ogni gara, finora è andato nella giusta direzione. Ovviamente abbiamo avuto più problemi di quanto vorremmo. Speriamo di poterli risolver, perché comunque il ritmo è stato abbastanza buono.”