MotoGP, Massimo Meregalli: “Valentino Rossi è capace di grandi rimonte”

Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo
Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo (getty images)

Per la Yamaha sembra essere la stagione ideale per ritornare sul tetto del mondo della MotoGP, dal momento che le Honda sembrano alle prese con una serie di piccoli problemi che hanno spazientito Marc Marquez, autore di tre cadute in sette gare. Le Ducati, invece, nonostante il grande passo avanti della GP15 progettata da Luigi Dall’Igna, non sembra ancora matura per ambire costantemente al podio e tenere testa alle Honda e Yamaha ufficiali.

La casa di Iwata si gode il grande vantaggio in classifica e si prepara ad una grande sfida tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, che ricorda la bagarre di alcuni anni fa. “Oggi è stato un risultato fantastico, quello che abbiamo progettato sin dall’inizio del week-end – ha dichiarato il team director Massimo Meregalli in una nota ufficiale sul sito Yamaha MotoGP -. La gara è andata come ci aspettavamo e speravamo, perché abbiamo lavorato sodo per prepararla. Questo è il nostro quarto doppio podio dell’anno e quarta vittoria consecutiva di Jorge. La gara è stata molto difficile, con un sacco di incidenti, è stato un momento di tensione fino all’ultimo giro. Sapevamo che entrambi i nostri piloti volevano vincere e la loro performance dimostra questo”.

Ma il pilota maiorchino ha sfruttato con maestria quel secondo di vantaggio abbondante accumulato alla partenza nei confronti del pesarese, costretto a risalire dalla settima posizione in griglia di partenza: “La corsa di Jorge è stata impeccabile dal primo giro, è veramente al top della condizione in questo momento. Vale ha mostrato la sua abilità e la capacità di risalire dal basso sulla griglia di partenza chiudendo con un distacco di meno di un secondo – ha sottolineato Massimo Meregalli -. Devo ringraziare entrambi i piloti per le loro prestazioni e anche il team per il duro lavoro che ha reso possibile il doppio podio”.

 

Le differenze tra Il Dottore e Jorge Lorenzo

In un’intervista a Gpone.com Massimo Meregalli ha parlato delle differenze tra Rossi e Lorenzo, sul modo di gestire due campioni all’interno dello stesso box e sulle difficoltà del pesarese nelle qualifiche: “Valentino lo ha spiegato meglio di me, ci proviamo ma non ci riusciamo (ride). A volte il problema è dovuto a una base di partenza non ottimale e il sabato ci ritroviamo ancora a cercare la strada giusta invece che a lavorare sui particolari”.

I due leader di classifica hanno modi diversi di preparare le gare, racconta il team manager della Movistar Yamaha: “Valentino passa molto tempo nei box ad analizzare dati e video, Jorge meno. La differenza forse è data dalla diversa età o forse anche dal fatto che Lorenzo è da molto tempo con la stessa squadra e ci sono automatismi più collaudati. Inoltre Jorge nelle ultime gare sta usando uno moto molto simile, con solo piccoli cambiamenti, Rossi invece la modifica maggiormente”. Infine Massimo Meregalli assicura: “La loro guerra sarà molto corretta”.