MotoGP, Jorge Lorenzo: “I fan di Valentino Rossi mi considerano un nemico”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

Anche la gara di ieri sul circuito di Barcellona è stata scandita sul finale da un coro di “buu”, indirizzati al vincitore Jorge Lorenzo dai tifosi di Valentino Rossi. L’episodio si era già verificato al Mugello, dove è ormai praticamente entrato nela tradizione. Com’è noto, certi tifosi riconoscono solo i propri “idoli” come meritevoli di stima e ammirazione.

Tutto è cominciato nel 2010, quando lo spagnolo decise di rendere omaggio al campione di Tavullia, rimasto ferito durante l’allenamento. Jorge aveva indossato una maglietta gialla sul podio, e un gruppetto di spettatori aveva risposto a suon di “buu”.

Il maiorchino aveva lottato duramente contro Valentino per il titolo nel 2008 e nel 2009, ed era allora considerato il suo principale rivale. Difatti quando Marquez cadde sul circuito della Toscana, dal pubblico partì un forte applauso, perché l’incidente favoriva il pilota italiano.

 

Questione di stile

Jorge Lorenzo prende questi comportamenti antisportivi con filosofi: “Credo che siano fan di Valentino – dice il maiorchino a Marca.com -. Anch’io ho abbastanza fan. C’erano tanto persone con la bandiera ‘Lorenzo’s land’. Alcuni dei tifosi di Valentino credono che io sia il nemico, il principale rivale. Lo stesso accade con i tifosi di Marquez. Nel caso di Vale, l’80% del paddock tifa per lui e mi lancia i ‘buu'”. In ogni caso – prosegue Lorenzo – “a me va bene così, vuol dire che mi danno importanza. Se fossi il 15° in classifica non lo farebbero”.

I responsabili della Yamaha sono molto irritati da questi comportamenti. “Denotano maleducazione e mancanza di rispetto – spiega il ‘boss’ del team dei tre diapason, Lin Jarvis, sempre a Marca.com – . Non è quella la sede per fare cose del genere. E’ un comportamento quasi razzista”. “Bisogna rispettare tutti – prosegue il manager – . Se ci fosse un motivo fondato, il discorso sarebbe diverso, ma dato che non c’è, si tratta di pura e semplice mancanza di rispetto”.

Anche il Fan Club di Valentino Rossi condanna l’episodio. “Non solo non approviamo quanto accaduto – dichiara il vicepresidente Flavio Fratesi -, ma ci dissociamo dai responsabili, perché Jorge è un grandissimo campione che merita sempre rispetto. Anche se arrivasse ultimo. Tanto più se è il vincitore. E chi manca di rispetto a un campione non è uno sportivo”.

E voi, lettori di Tuttomotoriweb, cosa ne pensate?