F1, Sergio Marchionne: “Sebastian Vettel pilota completo, voglio dargli una Ferrari vincente”

Sergio Marchionne  (Getty Images)
Sergio Marchionne (Getty Images)

A Sebastian Vettel in questo 2015 sta toccando il compito di sostituire Fernando Alonso, colui che nei cinque anni precedenti aveva praticamente tenuto su da solo la Ferrari, e non si può dire che lo stia facendo rimpiangere. Il cinque volte campione del mondo si è subito calato alla perfezione all’interno della scuderia di Maranello, il suo entusiasmo è stato contagioso per la squadra e anche i risultati ne hanno beneficiato.

Sergio Marchionne, presidente della Ferrari, è convinto che la scelta di puntare sul tedesco sia stata quella giusta e ha speso elogi importanti per lui: “Penso che sia un pilota superbo, ha una quantità di perseveranza fenomenale in tutto quello che fa – si legge su Motorsport -. È un pilota completo. Ha delle qualità molto difficili da trovare, capisce la monoposto molto bene e il suo stile di guida è impeccabile. Fa le cose bene e le fa in modo coerente. E farle così in pista, a quella velocità, non è semplice. Ci sono persone che appartengono ad un gruppo molto selezionato di campioni del Mondo e lui è tra questi. Siamo fortunati ad averlo, il mio unico obiettivo è quello di dargli una vettura con cui possa vincere. Questo è tutto. Il resto lo deve fare lui e ci riesce benissimo”.

Attualmente Sebastian Vettel occupa la terza posizione nella classifica mondiale con 43 punti di distacco dal leader Lewis Hamilton. Avrebbero potuto essere qualcuno in meno se tutto fosse andato perfettamente per lui e la Ferrari, ma rimane il fatto che la Mercedes è tuttora superiore e bisogna lavorare molto per recuperare il gap. Tutto il team è concentrato su questo obiettivo. Il titolo nel 2015 non arriverà, ma per l’anno prossimo deve essere alla portata dei piloti ferraristi. Il tedesco ne ha già vinti 5 con la Red Bull, ma per lui sarebbe ancora più speciale riuscire a farcela alla guida di una monoposto del Cavallino Rampante. Sebastian Vettel ulla scia del suo amico e idolo Michael Schumacher. Sergio Marchionne ci crede.