24 Ore Le Mans: trionfa la Porsche di Nico Hulkenberg

Nico Hulkenberg, Nick Tandy e Earl Bamber (Getty Images)
Nico Hulkenberg, Nick Tandy e Earl Bamber (Getty Images)

 

E’ il pilota della Force India di Formula1 Nico Hulkenberg a vincere la 24 Ore di Le Mans edizione 2015 al volante di una Porsche 919 Hybrid, con il pilota britannico Nick Tandy e il neozelandese Earl Bamber.

Grazie al pilota tedesco, alla sua prima partecipazione alla manifestazione di durata, e agli altri due “esordienti” la Porsche mette a segno la sua prima vittoria assoluta dal 1998, davanti a circa 265mila appassionati. Non solo: il team di Zuffenhausen ha anche centrato un’insperata doppietta, con la Porsche numero 19 che ha preceduto la numero 17 del veterano della Formula Uno Mark Webber, ex Red Bull, assieme a Brendon Hartley e il tedesco Timo Bernhard.

 

Un debutto coi fiocchi

“Non so davvero cosa dire – ha dichiarato Nico Hulkenberg appena sceso dalla vettura, come riporta ESPN -. Essere qui a Le Mans e vincere al debutto è fantastico. Stiamo riscrivendo la storia della Porsche a Le Mans. La macchina è stata affidabilissima e noi non abbiamo commesso errori”. Gli ha fatto eco Earl Bamber, che giovanissimo vince la grande classica francese: “Non ho parole – ha dichiarato ai microfoni di Eurosport – vincere al debutto la più grande corsa per sport prototipi è pazzesco!”.

Le tre Porsche hanno battagliato a lungo con le Audi, prima che le vetture di Ingolstadt fossero costrette a cedere ai problemi tecnici. Edizione da dimenticare per la Toyota che non aveva il passo dei battistrada, mentre ha eseguito il compito assegnato – cioè macinare chilometri – la Nissan.

Nella classe LMP2 ha dominato il team KCMG e al secondo posto si è piazzata la Gibson del team Jota seguita dalle due Ligier del team G-Drive. In GTE-Pro, invece, Aston Martin e Ferrari si sono dovuti arrendere alla Corvette dopo un epico duello. Bertolini, infine, ha vinto nella classe Am.

L’edizione 2015 della 24 Ore di Le Mans è stata comunque da record: il giro che è valso la pole a Romain Dumas è il nuovo record del tracciato fissato in 3’16.887, mentre in gara il nuovo giro più veloce è stato segnato da André Lotterer in 3’17.475. Per due soli giri non è stata la 24 ore più lunga di sempre per due soli giri: rimane quindi imbattuto il record del 2010 ,di 397 giri compiuti per un totale di 5’410 km.

E’ il caso di segnalare che Hulkenberg è uno dei pochi piloti di Formula1 che hanno scelto di correre la 24 Ore di Le Mans, mentre partecipavano al campionato di Formula 1: l’ultimo a farlo era stato Sebastien Bourdais, che ha corso per la Toro Rosso e la Peugeot nel 2009. Solo quattro piloti nella storia, inoltre, hanno vinto sia la Formula Uno che a Le Mans: Mike Hawthorn, Phil Hill, Jochen Rindt e Graham Hill. Insomma, per il tedesco un debutto niente male…

24 Ore di Le Mans – Risultati gara

1. Hulkenberg/Tandy/Bamber – Porsche 919 Hybrid – 395 giri
2. Bernhard/Webber/Hartley – Porsche 919 Hybrid – 1 giro
3. Fassler/Lotterer/Treluyer – Audi R18 Team Joest – 2 giri
4. Di Grassi/Duval/Jarvis – Audi R18 Team Joest – 3 giri
5. Dumas/Jani/Lieb – Porsche 919 Hybrid – 4 giri
6. Wurz/Sarrazin/Conway – Toyota TS040 Hybrid – 8 giri
7. Rast/Albuquerque/Bonanomi – Audi R18 Team Joest – 9 giri
8. Davidson/Buemi/Nakajima – Toyota TS040 Hybrid – 10 giri
9. Howson/Bradley/Lapierre – Oreca/Nissan Team KCMG – 37 giri
10. Dolan/Turvey/Evans – Gibson/Nissan Team Jota – 37 giri
11. Rusinov/Canal/Bird – Ligier/Nissan Team G-Drive – 37 giri
12. Yacaman/Derani/Gonzalez – Ligier/Nissan Team G-Drive – 41 giri
13. Chandhock/Patterson/Berthon – Oreca/Nissan Team Murphy – 48 giri
14. Mediani/Markozov/Minassian – BR 01/Nissan SMP racing – 55 giri
15. Brown/Van Overbeek/Fogarty – Ligier/HPD Team ExtremeSpeed – 56 giri
16. Bellarosa/Ibanez/Perret – Oreca/Nissan Team Ibanez – 58 giri
17. Gavin/Milner/Taylor – Chevrolet Corvette C7R – 58 giri
18. Kraihamer/Abt/Imperatori – Rebellion R-One/AER – 59 giri
19. Amberg/Ragues/Webb – Morgan/Nissan Team Pegasus – 61 giri
20. Shaytar/Bertolini/Basov – Ferrari 458 SMP racing – 63 giri
21. Rigon/Calado/Beretta – Ferrari 458 AF Corse – 63 giri
22. Dempsey/Long/Seefried – Porsche 911 RSR Team Dempsey – 64 giri
23. Beche/Heidfeld/Prost – Rebellion R-One/AER – 65 giri
24. Sweedler/Bell/Segal – Ferrari 458 Scuderia Corsa – 65 giri
25. Bruni/Vilander/Fisichella – Ferrari 458 AF Corse – 65 giri
26. Perrodo/Collard/Aguas – Ferrari 458 AF Corse – 65 giri
27. Nygaard/Sorensen/Thiim – Aston Martin Vantage – 65 giri
28. Sharp/Dalziel/Heinemeier – Ligier/HPD Team ExtremeSpeed – 66 giri
29. Nicolet/Maris/Merlin – Ligier/Nissan OAK racing – 67 giri
30. Lietz/Christensen/Bergmeister – Porsche 911 RSR Team Manthey – 68 giri
31. Mann/Giammaria/Cressoni – Ferrari 458 AF Corse – 69 giri
32. Krohn/Johnsson/Barbosa – Ligier/Nissan Krohn racing – 72 giri
33. Aleshin/Ladygin/Ladygin – BR 01/Nissan SMP racing – 73 giri
34. Rees/MacDowall/Stanaway – Aston Martin Vantage – 75 giri
35. Chen/Vannelet/Parisy – Porsche 911 RSR Team AII – 75 giri
36. Al Faisal/Giermaziak/Avenatti – Ferrari 458 Team JMW – 75 giri
37. Chen/Kapadia/Maassen – Porsche 911 RSR Team AII – 79 giri
38. Dalla Lana/Lamy/Lauda – Aston Martin Vantage – 80 giri
39. Trummer/Kaffer/Monteiro – CLM P1/AER Team ByKolles – 135 giri
40. Tinknell/Buncombe/Krumm – Nissan GT-R Nismo – 153 giri

Ritirati
330° giro – Cumming/Vanthoor/Estre – Ligier/Nissan Oak racing
305° giro – Bleekemolen/Keating/Miller – Dodge Viper Team SRT
265° giro – Leventis/Watts/Kane – Dome/Nissan Team Strakka
242° giro – Cameron/Griffin/Mortimer – Ferrari 458 AF Corse
205° giro – Thiriet/Badey/Gommendy – Oreca/Nissan Team Thiriet
188° giro – Roald/Goethe/Castellacci – Aston Martin Vantage
163° giro – Ragues/Webb/Amberg – Morgan/Sard Team Morand
116° giro – Matsuda/Shulzhitskiy/Ordonez – Nissan GT-R Nismo
111° giro – Panciatici/Chatin/Capillaire – Alpine/Nissan Team Signatech
111° giro – Turner/Mucke/Bell – Aston Martin Vantage
95° giro – Roda/Ruberti/Poulsen – Corvette C7C Team Larbre
72° giro – Hirsch/Paletou/Lancaster – Gibson/Nissan Team Greaves
45° giro – Ried/Al Qubaisi/Bachler – Porsche 911 RSR Team Proton
15° giro – Pilet/Makowiecki/Henzler – Porsche 911 RSR Team Manthey