MotoGP Catalunya, Aleix Espargaro: “Possiamo giocarci il podio”

Aleix Espargaro (Getty Images)
Aleix Espargaro (Getty Images)

 

La data del 13 giugno 2015 è destinata a restare nella storia del team Suzuki: dopo appena sette gare dal riento in MotoGp, infatti, la Casa di Hamamatsu ha messo a segno la pole position nel GP di Catalunya e con un ottimo Aleix Espargaro. Per il pilota nato a Granollers, a pochi chilometri dall’autodromo di Montmelò, si tratta della seconda pole in carriera, e giunge tanto più gradita in quanto conquistata “in casa”.

Non solo: l’1’40″546 realizzato con la gomma soft da Aleix Espargaro è la nuova best pole del tracciato catalano, e le GSX-RR hanno addirittura monopolizzato le prime due posizioni della griglia di partenza (non accadeva dal lontano 1993), grazie a uno strepitoso Maverick Vinales, che ha “ceduto” al più esperto compagnao di squadra appena 83 millesimi, confermandosi ancora una volta come un rookie di enorme talento.

 

Un grande balzo in avanti

Dopo la prima pole della nuova avventura Suzuki in MotoGP, Aleix Espargaro non nasconde la sua soddisfazione, pur mantenendo un sano realismo. “E’ spettacolare fare la pole position. Oggi abbiamo usato le gomme morbide, ma abbiamo comunque un buon passo anche per la gara. Possiamo giocarci il podio”, ha detto ai microfoni di Sky Sport. “Domani – ha aggiunto il poleman – sarà importante stare davanti e lottare per il podio. Abbiamo un buon passo e sono molto felice”.

Dopo un inizio di stagione non facile, la Suzuki si mostra finalmente competitiva. “Ora abbiamo un motore nuovo, non va forte come la Ducati, ma abbiamo guadagnato qualcosa”, ha concluso lo spagnolo.