Ford torna in pista per la 24 Ore di Le Mans (VIDEO)

Ford GT (foto da media.ford.com)
Ford GT (foto da media.ford.com)

Il grande ritorno era nell’aria, e poche ore fa ne è stata data conferma ufficiale. Nel corso di una conferenza stampa alla quale ha presenziato Bill Ford junior, starter d’eccezione della 24 Ore di Le Mans al via da domani, Ford ha infatti annunciato che nel World Endurance Championship 2016 si rimetterà in pista con la Nuova supercar GT per prendere parte a quello che è uno dei più prestigiosi appuntamenti del motorsport mondiale. Il programma prevede l’utilizzo in gara di quattro esemplari della nuova supercar americana: due parteciperanno al WEC, 24 Ore compresa; altri due al campionato americano. L’auto monta un potentissimo EcoBoost.

 

Come ai tempi d’oro

A 50 anni esatti dalla storica vittoria Ford del 1966 alla maratona francese, cui seguirono 3 ulteriori vittorie consecutive, la Casa americana parteciperà alla competizione nella classe riservata a piloti e team professionisti (LM GTE Pro) della GT-Endurance Pro con la nuova GT presentata a gennaio e ora in piena fase di sviluppo, in vista del debutto ufficiale in pista all’inizio del 2016.

La Ford GT è un concentrato di innovazione che si avvale di materiali ultraleggeri come il carbonio e monta un motore 3.5 Ecoboost V6 (il più potente di sempre nel suo genere) firmato Roush e abbinato a un cambio realizzato dalla Ricardo. La vettura, concepita in Inghilterra dalla Multimatic, che ne ha affidato il desegn all’ex progettista della Lola Julian Sole, gareggerà in tutti gli appuntamenti 2016 del Campionato del Mondo Endurance FIA e del Campionato TUDOR United SportsCar e farà il suo debutto in pista il prossimo gennaio alla Rolex 24 di Daytona, in Florida.

Il programma coinvolgerà 2 team, ognuno dei quali correrà con 2 vetture, e sarà portato avanti da Chip Ganassi Racing – Felix Sabates (CGRFS). Un team gareggerà nel Campionato del Mondo Endurance FIA, l’altro nel Campionato TUDOR United SportsCar. Entrambi i team correranno a Le Mans, dove scenderanno in pista tutte e 4 le Ford GT, mentre i nomi dei piloti saranno annunciati in futuro.

“Quando le GT40 scesero in pista a Le Mans negli anni Sessanta, Henry Ford II intendeva dimostrare che Ford era in grado di battere nelle competizioni endurance i costruttori più prestigiosi”, ha dichiarato Bill Ford, Executive Chairman di Ford Motor Company, come riporta il sito At.Ford.com. “Ricordiamo con orgoglio le nostre 4 vittorie consecutive, e quello spirito innovativo che accompagnò lo sviluppo della prima Ford GT continua a guidarci ancora oggi”.

“Nel corso dello sviluppo della Ford GT abbiamo avuto sin dall’inizio un obiettivo importante: riportare in grande stile l’Ovale Blu nel mondo delle corse endurance”, ha dichiarato Raj Nair, Vice Presidente Sviluppo Prodotti Globali e Chief Technical Officer di Ford, sullo stesso sito. “Siamo sicuri che la Ford GT sarà un’avversaria molto competitiva, grazie all’aerodinamica avanzata, al peso ridotto e al motore EcoBoost”.