MotoGP Catalunya, Marc Marquez: “Felice perché abbiamo recuperato terreno”

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

 

Se il venerdì del Gran Premio di Catalunya ha premia un protagonista insolito, la Suzuki di Aleix Espargaro, non c’è dubbio che, tra i big, il vero protagonista sia Marc Marquez: assetato di rivincita dopo l'”incidente” nell’ultima gara sul circuito del Mugello, lo spagnolo stato il più veloce nella mattinata, per poi attestarsi in seconda posizione nel pomeriggio, con un vantaggio di quasi 0,6s sull'”uomo del momento”, Jorge Lorenzo. In entrambi i turni il Fenomeno di Cervera ha atteso gli ultimi minuti per mostrare il potenziale della sua Honda nella pista “di casa”, riuscendo agevolmente a lasciare al palo tutti i suoi diretti avversari.

Ad aiutare Marquez nella fase “d’attacco” è stato senz’altro il nuovo scarico introdotto dalla costruttore giapponese, ma la performance della sua moto è ancora tutta da ottimizzare, nonostante i tempi da record…

 

Il sogno del riscatto

Marc Marquez è convinto che gli ultimi aggiornamenti apportati dalla Honda sulla sua moto, a partire dal nuovo scarico, gli diano un vantaggio nell’ingresso in curva, ma mantenere il suo passo nella distanza di gara resta ancora un problema… “Il nuovo scarico va a quanto pare un po’ meglio”, dice il 22enne a fine giornata, secondo quanto riporta Crash.net. “In entrata riesco a mantenere meglio il controllo. Dobbiamo ancora lavorare, ma sono felice perché abbiamo recuperato terreno. Specialmente con le nuove gomme ci troviamo veramente bene”.

“Ora – prosegue Marquez – dobbiamo lavorare sulla seconda parte della corsa. Siamo nella condizione  giusta per cominciare a puntare sul set-up. Sarà quella la chiave del week-end”.

L’attenzione di Marquez e dei tecnici Honda è tutta concentrata sulle perfirmance nell’ingresso in curva. “A quanto pare siamo leggermente migliorati – spiega il campione del mondo in carica – ma dobbiamo ancora affrontare il problema della perdita di grip”.

Ad ogni modo il billancio di fine giornata è positivo: “Sono contento perché mi sentivo abbastanza bene sulla moto – sottolinea Marquez nella dichiarazione raccolta da Repubblica.it – . Stiamo lavorando con una particolare attenzione per la lancetta dei secondi della gara, perché su questa pista le gomme si degradano molto, è lo stesso obiettivo per tutti”.

“Alcuni test che abbiamo fatto hanno risolto alcuni dei problemi che abbiamo avuto – precisa lo spagnolo – . Ora dobbiamo proseguire su questa strada perché ancora non mi sento perfettamente a mio agio. Tuttavia, penso che abbiamo sicuramente fatto un passo avanti e questa è la cosa più importante: migliorare e arrivare sempre più vicino al miglior tempo”. “In ogni caso – conclude – abbiamo ancora del lavoro da fare per preparare la seconda parte della gara quando le gomme cominceranno a deteriorarsi”.