MotoGP Catalunya, Jorge Lorenzo: “Il passo è ottimo, ma dobbiamo ancora lavorare”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

Il bilancio della prima giornata di prove libere del GP di Catalunya è senz’altro positivo per Jorge Lorenzo. Il settimo tempo messo a segno dal pilota ufficiale della Yamah non è certo il massimo per chi, come lui, è reduce da tre gare di assoluto dominio. Ma il maiorchino non si dà troppa preoccupazione, perché oggi ha badato più alla messa a punto della moto in vista dell’appuntamento di domenica che alla ricerca della prestazione.

 

Approccio strategico

L’esordio del weekend della MotoGP in Catalunya induce Jorge Lorenzo a guardare il bicchiere mezzo pieno. “Credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro da stamattina a oggi pomeriggio – dichiara il maiorchino sul sito ufficiale del team – . Al mattino il grip del circuito era decisamente peggiore rispetto al Mugello. La moto si muoveva molto, specialmente in accelerazione”.

“Abbiamo fatto un grande lavoro – sottolinea Lorenzo – rendendo la moto più stabile, per cui la performance è migliorata molto e ora abbiamo un passo costante. Questo sarà molto importante per la gara di domenica”.

La questione è prettamente tecnica. “Qui – spiega lo spagnolo -, rispetto al primo giro, il passo può diminuire considerevolmente nel vivo della gara, per cui se abbiamo un buon set-up possiamo acquisire un vantaggio a fine corsa”.

Insomma, le premesse per fare bene ci sono tutte. “Sono contento e soddisfatto – aggiunge Jorge Lorenzo – , ho guidato bene e qui non è facile per noi. Solitamente la Honda è più forte della Yamaha su questa pista… Con la gomma nuova saremmo sicuramente davanti, ma dobbiamo lavorare per la gara e la strategia giusta è questa”.

“Il settimo tempo – ribadisce in conclusione – si spiega col fatto che rispetto agli altri non abbiamo messo la gomma nuova. Il passo è ottimo, ma dobbiamo ancora lavorare un po’ perché la gomma posteriore scivola molto”.