MotoGP Catalunya, Valentino Rossi: “Vittoria incredibile nel 2009”. Jorge Lorenzo: “Non ricordo bene…”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (getty images)

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, amici e avversari nel presente, nel passato e magari anche in futuro! Nel corso della conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio di Barcellona 2015 i due piloti del team Movistar Yamaha hanno ricordato la leggendaria sfida in Catalunya del 2009 vinta dal pesarese al termine di un duello mozzafiato.

“Mi ricordo molto bene. Penso che sia stato una delle migliori battaglie della mia carriera “, ha iniziato Rossi come riportato dal sito Crash.net -. Jorge era alla sua seconda stagione e voleva provare a vincere il campionato e sinceramente la nostra velocità e la nostra performance erano molto uguali…”.

“Ricordo che il sabato all’ultimo giro si lottava per la pole position e Jorge mi ha battuto per 0.013 secondi – ha proseguito Il Dottore -. Si arriva in gara e si aveva la netta sensazione che fosse il momento della grande lotta. Nei primi giri Stoner è stato con noi, poi eravamo soli. E’ stato incredibile, perché le nostre prestazioni, la nostra velocità erano molto, molto simili”.

Una pagina di storia della MotoGP che Valentino Rossi ricorda troppo bene, come se fosse stato ieri… “Jorge ha cercato di andare, ho recuperato. Ho cercato di andare davanti, ma è rimasto con me e per questo motivo è stato fantastico. Perché eravamo molto uguali. Di sicuro mi ricordo meglio di Jorge perché ho vinto!”.

Poi la vittoria del pesarese è arrivata all’ultima curva… “Di solito l’ultimo momento di attacco è la frenata dopo il rettilineo posteriore. Ma in uscita dalla curva 8 era molto veloce, quindi non è stato in grado di arrivare nella giusta posizione per superare… Vincere all’ultima curva è una grande emozione… si sorpassa e si attraversa la linea nello stesso momento, quindi è una grande emozione. La battaglia è continuata anche nelle altre gare, ma è stato un anno speciale”.

 

Il ricordo e la risposta di Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ha ascoltato il ‘racconto’ di Valentino Rossi in conferenza stampa, ci scherza su e risponde con un pizzico di cinismo: “Come potete vedere Valentino può scrivere un libro su questa gara. Ma non mi ricordo molto bene! Soprattutto l’ultima curva o io non voglio ricordare così tanto – ha ironizzato il pilota maiorchino -. Ma penso che sia stata una delle gare più belle della storia. E’ difficile trovare una battaglia che finisce all’ultima curva. Come ha detto Vale, la nostra prestazione è stata molto uguale, non solo durante la gara, ma, in pratica, tutto il fine settimana. Penso che mi ha battuto perché era più intelligente. Proprio così. Aveva più esperienza, più intelligente. Lo ha fatto prima con Stoner nel 2007″.

Ma nel prossimo week-end e nelle gare future tutto può succedere, avvisa Jorge Lorenzo, perchè negli ultimi anni ha acquisito più esperienza e non a caso ha vinto due titoli iridati e ne ha sfiorati altri tre… “Può succedere di nuovo. Tutto può succedere. Spero di agire in modo diverso dopo tanti anni, più esperienza e più battaglie. A parte la sconfitta ho grandi ricordi di questa gara perché abbiamo fatto una bella battaglia. Ogni anno e ogni stagione è diversa. Ha vinto quella gara, l’ho battuto in altre gare… Stiamo per avere grandi battaglie in futuro, non preoccupatevi di questo”.

Alla domanda se ci potrebbe essere una ripetizione in questo fine settimana, Valentino Rossi ha scherzato: “Se [Lorenzo] va un po’ più lento, allora sì! Cercherò di sicuro”.