MotoGP, Jorge Lorenzo: “Sono solo 6 punti dietro Valentino… e la Yamaha M1 mi piace!”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Jorge Lorenzo approda in Catalunya dopo tre vittorie consecutive e non nasconde di voler mirare al poker, sfruttando del suo ottimo stato di grazie e della momentanea defaillance della Honda di Marc Marquez. Sul circuito del Montmelò il pilota maiorchino avrà dalla sua parte il calore del pubblico di casa e la possibilità di conquistare la leadership in classifica iridata.

“Tre vittorie di fila è un buon numero. Non avevo mai pensato che questo sarebbe possibile dopo uno strano inizio di campionato con alcuni problemi esterni che ha colpito la mia guida e anche i risultati – ha dichiarato Jorge Lorenzo in una nota ufficiale -. Dopo la vittoria al Mugello sono contento della mia prestazione e anche dell lavoro del team. Tutto sta andando bene in questo momento, sono solo sei punti dietro Vale e la moto mi piace. La tappa successiva è Barcellona ed è come se fosse la mia gara di casa. Conosco il Montmeló molto bene, sono stato in sella per molti anni e mi sento a casa. Il tracciato è molto bello ed è anche l’ideale per la Yamaha. Darò il massimo per cercare di essere pronto per la gara – ha concluso Lorenzo – e poter lottare per il podio”.

 

Massimo Meregalli fiducioso per il GP di Catalunya

Il team director della Movistar Yamaha, Massimo Meregalli, arriva in catalogna con ottimismo e forte degli ultimi risultati: “Abbiamo avuto un weekend fantastico al Mugello e ci sentiamo motivati ​​per il prossimo round in Catalunya. La settimana scorsa era la gara di casa per Valentino, questa settimana è Jorge che arriva a mettere su uno spettacolo per i suoi tifosi di casa. Egli si sente bene con la moto dopo la sua terza vittoria consecutiva – ha specificato Meregalli -. Valentino è anche in buone condizioni e sarà forte qui come sempre. Entrambi amano molto questo circuito e hanno avuto buoni risultati in passato, quindi non vediamo l’ora di iniziare. Sarà importante partire bene sin dal venerdì, quindi siamo preparati sia per le qualifiche che per la gara”.