FCA: mille nuovi assunti in Italia grazie al Jobs Act entro fine 2015

Sergio Marchionne (Getty Images)
Sergio Marchionne (Getty Images)

Buona notizie per il mondo del lavoro in Italia. Il gruppo FCA (FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES) è intenzionato ad assumere circa 1.000 nuovi dipendenti nei vari stabilimenti presenti in Italia entro la fine del 2015, dopo aver annunciato di voler stabilizzare i 1.500 assunti a Melfi. Si tratta di contratti a tutele crescenti, punto forte del Jobs Act approvato poco tempo fa dal Governo guidato da Matteo Renzi. FCA ha comunicato anche che cassa integrazione e contratti di solidarietà termineranno entro il 2018.

Su Il Fatto Quotidiano si legge che è stato Alfredo Altavilla, responsabile per l’Europa di FCA, a fare questi annunci durante un incontro con i sindacati a Torino spiegando che a Melfi saranno assunte altre 600 persone, mentre alla Sevel, in Val di Sangro, le assunzioni saranno 200, a Verrone (Biella) 170 e a Cento (Ferrara) 30. Inoltre è previsto l’inserimento di 100 giovani sul progetto Alfa Romeo a Cassino (50) e Termoli (50). Altre 400 assunzioni sono poi previste nell’indotto di primo livello a Melfi.
Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim, si è detto soddisfatto dell’intesa raggiunta: “Con le nuove assunzioni previste entro fine anno a Melfi si raddoppierà l’occupazione. Anche per gli altri stabilimenti, come Sevel e Verrone, si rafforza l’obiettivo non solo di assorbire tutta la cassa integrazione ma anche di incrementare i livelli occupazionali del gruppo”. Anche Gianluca Ficco, segretario nazionale della Uilm, si è espresso sulla stessa linea del collega: “La priorità è superare l’utilizzo degli ammortizzatori sociali il prima possibile. Questi sono i primi frutti degli accordi sindacali degli anni precedenti. E’ la conferma che FCA in Italia è in ripresa e che gli sforzi negli ultimi anni vengono finalmente ripagati”