Top Gear: la BBC apre uno spiraglio al ritorno di Jeremy Clarkson

Jeremy Clarkson (Getty Images)
Jeremy Clarkson (Getty Images)

La BBC ha messo sul tavolo una proposta multimilionaria per convincere James May e Richard Hammond a restare al timone di Top Gear dopo la bagarre suscitata dal licenziamento di Jeremy Clarkson. Le voci (tutte da confermare) parlano di un assegno di un milione di sterline – pari a circa 1,4 milioni di euro – a testa, il doppio del cachet abituale dei due conduttori. Ma su diversi tabloid si è addirittura parlato di un’offerta da 4,6 milioni di sterline: una cifra record per gli standard d’Oltremanica, specialmente in tempi di austerity.

 

Un ghiotto boccone

Secondo quanto riporta il Guardian, i vertici di BBC2 vorrebbero che May e Hammond continuassero a condurre il programma insieme a un terzo presentatore “ospite”, il quale cambierebbe di settimana in settimana.

Una mossa, quella dell’emittente di Sua Maestà, volta a scongiurare la prospettata reunion dei tre storici presentatori del programma dedicato ai motori su un canale concorrente, e che – al tempo stesso – potrebbe spianare la strada al ritorno di Jeremy Clarkson in veste di presentatore nella nuova serie.

D’altra parte, l’alta dirigenza di BBC2 ha più volte assicurato che per Clarkson la porta rimarrà sempre aperta… E come ha fatto notare lo stesso mattatore, il suo non è stato propriamente il licenziamento: l’emittente ha solo deciso di non rinnovargli il contratto giunto a scadenza. Resta da vedere se e come il sospirato ritorno possa concretizzarsi. Dato che il contratto di May e Hammond è pure scaduto a marzo, il campo è aperto a qualsiasi ipotesi…

 

Mercedes addio

In attesa di schiarirsi le idee sul suo futuro professionale, Jeremy Clarkson ha preso un’importante decisione relativa al suo parco auto. Il popolare presentatore ha infatti annunciato lo scorso lunedì via Twitter di aver venduto la sua Mercedes Benz CLK63 AMG Black Series del 2008. La cifra è ovviamente top secret, ma si parla di circa 90mila sterline (circa 125mila euro), più o meno quanto costava quando fu messa sul mercato, nel 2007.

“E’ un triste giorno”, ha cinguettato Clarkson. Migliaia di follower gli hanno risposto, tra cui il collega Hammond: “A essere sinceri – ha scritto quest’ultimo – sarà un giorno più triste per il poveraccio che l’ha comprata”. Essendo da scartare che le vendita della vettura sia stata dettata da necessità economiche, tutti si chiedono con quale modello verrà sostituita…