F1, Felipe Massa: “Dobbiamo avvicinarci alle Ferrari, in Canada sarà battaglia”

Felipe Massa
Felipe Massa (getty images)

La Williams si attesta come terza forza del Mondiale 2015 di Formula 1, alle spalle di Mercedes e Ferrari, alla vigilia del GP di Montreal in programma dal 5 al 7 giugno. Valtteri Boattas è quinto in classifica a quota 42, seguito da Felipe Massa a 39, nella speranza di un’ulteriore passo avanti da parte dei tecnici del team britannico che consenta loro di raggiungere le Rosse di Maranello.

L’ingegnere di pista Rob Smedley cerca di dimenticare il brutto risultato di Montecarlo di due settimane fa, quando il pilota finlandese ha chiusi in 14esima piazza, mentre il brasiliano è arrivato 15esimo. “Credo che, a prescindere dal risultato di Monaco, il circuito del Canada dovrebbe essere adatto alla Williams, soprattutto in configurazione gara. Siamo fiduciosi di poter ottenere un buon risultato – ha detto Smedley sul sito ufficiale del team -. Abbiamo bisogno di ottenere il set-up e la gestione dei pneumatici sotto controllo nella fase iniziale del weekend di gara, che ci danno l’opportunità di modificare e affinare il nostro pacchetto e di massimizzare il nostro bottino di punti. Montreal è anche un ottimo posto; una città cosmopolita bella con i tifosi molto appassionati e accoglienti”.

 

Montreal circuito ideale per Bottas e Massa

Valtteri Bottas si dice entusiasta di scendere in pista a Montreal, un circuito che si addice al suo stile di guida: “Non vedo l’ora che arrivi questa gara, in quanto il circuito è veloce e divertente da guidare, poi i fan davvero lo rendono speciale. La pista è un circuito cittadino e c’è da migliorare molto durante le prove e le qualifiche. Avremo bisogno di una buona unità di potenza e di un’aerodinamica efficiente per essere veloce qui, così come una buona trazione in uscita dalle chicane lente e dai tornanti. Con i miglioramenti alla vettura che stiamo preparando a Montreal penso che saremo in grado di lottare per un buon risultato”.

Per Felipe Massa il tracciato canadese è una buona occasione per dimostrare il proprio valore e quello della sua monoposto: “L’anno scorso è stata una buona gara e abbiamo dimostrato ritmo sostenuto per tutto il weekend, ma purtroppo per me non è finita nel migliore dei modi possibile. Sappiamo che la FW37 è simile e così dobbiamo essere veloci su questa pista particolare – ha detto il pilota brasiliano -. Il circuito di Montreal è completamente diverso dall’ultima gara e ci aspettiamo che i nostri livelli di performance ritornino a quelli di inizio stagione. Dovremmo essere in grado di iniziare ad avvicinarsi alla Ferrari e avremo una vera e propria battaglia con loro e le altre squadre che ci circondano”.