MotoGP, Valentino Rossi: “Jorge Lorenzo è il mio primo avversario da battere”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sul podio del Mugello
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sul podio del Mugello (getty images)

Nel 2008 e 2009 Jorge Lorenzo era ancora una ‘matricola’ nella MotoGP. In sella alla Yamaha M1 aveva un compagno di squadra pluricampione come Valentino Rossi che era nel fior fiore degli anni d’oro della sua lunga carriera. Nel 2010 il pilota maiorchino è divenuto campione del mondo, in un certo senso causando l’addio del pesarese dal team di Iwata per tentare una nuova avventura con la Ducati.

Quest’anno la rivalità storica tra i due compagni di squadra sembra destinata a ripetersi: Valentino è ancora leader della classifica iridata, ma Lorenzo ha vinto le ultime tre gare, compresa l’ultima sul circuito del Mugello, piazzandosi secondo in classifica con un deficit di appena sei lunghezze. In attesa del prossimo Gran Premio di Catalunya dove Lorenzo, in caso di vittoria, diverrebbe il nuovo leader del Mondiale 2015.

In un’intervista riportata da Speedweek.com Il Dottore ripercorre brevemente le loro sfide passate… “Jorge è stato il mio compagno di squadra a partire dal 2008, ma la nostra migliore lotta si è svolta nel 2009”, ha ricordato Valentino Rossi. “Abbiamo lottato tutta la stagione per il titolo e ha mostrato in alcune gare grandi lotte. La lotta è andata avanti nel 2010, poi purtroppo mi sono infortunato. Dopo di che sono andato alla Ducati e ci siamo separati, ma ora sono tornato”.

L’atmosfera ai box è buona, almeno per il momento, e quegli attriti sfociati nel muro all’interno del box Yamaha sembrano storia passata: “E’ molto difficile quando si combatte contro l’altro per la vittoria e il campionato del mondo, ma l’atmosfera nella squadra è buona. La ragione è che tutto è chiaramente regolamentato… Ma, come tutti sanno, il compagno di squadra è sempre il primo avversario, perché lui guida la stessa moto – ha concluso il campione di Tavullia -. Lui è la prima persona che devi battere”.