MotoGP, Jorge Lorenzo: “Dobbiamo restare coi piedi per terra”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

Il Motomondiale 2015 era cominciato decisamente sottotono per Jorge Lorenzo, ma dopo i primi tre round lo spagnolo è stato protagonista di una rimonta così spettacolare da lasciare lui stesso a bocca aperta.

Il pilota della Yamaha ha vinto le ultime tre gare del campionato, a Jerez, a Le Mans e al Mugello, riducendo il divario dal compagno di squadra Valentino Rossi da 29 punti ad appena sei.

Avendo fatto così tanta fatica ad affermarsi sul sette volte campione del mondo nei primi gran premi della stagione 2015, Jorge Lorenzo ha ammesso dopo la vittoria del Mugello che non avrebbe mai immaginato di poter recuperare così in fretta il terreno perduto.

 

La sorpresa più grande

 

“Nella mia cariera ho avuto molte sorprese, ma questa è stata davvero grossa”, dichiara il maiorchino a Motorsport.

“In Argentina eravamo così lontani dalla vittoria – aggiunge – e avevamo corso tre gare senza mai salire sul podio, per cui non mi aspettavo certo tre vittorie di fila”.

Ma – precisa Lorenzo – “non ho mai smesso di credere in me stesso. Anche in mezzo alle difficoltà, sono rimasto convinto di poter dimostrare le mie potenzialità”.

Nonostante sia in ottima forma, lo spagnolo sostiene che non bisogna dare nulla per scontato, e ricorda che la Yamaha non può permettersi di riposare sugli allori, perché la Honda e la Ducati faranno di tutto per rimettersi in carreggiata.

“Oggi nella MotoGP la sfida è serrata – sottolinea il 28enne – . Ci sono sei piloti in grado di vincere, e tutto può succedere. Per questo “dobbiamo restare con i piedi per terra, non sottovalutare gli avversari e continuare a lavorare”.

“Le altre squadre – conclude – non resteranno a guardare: arriveranno sicuramente al nostro livello”.