Moto2, Franco Morbidelli: “Nessuna colpa per la caduta, ma siamo partiti troppo indietro”

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli al Mugello (getty images)

Per il team Italtrans Racing di Moto2 quello del Mugello si è rivelato un week-end da mettere in archivio: Franco Morbidelli e Mika Kallio sono caduti sull’asfalto dell’autodromo toscano nel corso del quinto giro, quando il pilota italiano è caduto in curva 2 in seguito ad una collisione con un avversario, mentre il finlandese che seguiva a poche decine di metri non è riuscito ad evitare la moto del compagno di squadra rimasta in pista.

“Abbiamo incasellato uno zero, dopo tanti risultati utili. Peccato, perché non lo abbiamo ottenuto direttamente per colpa nostra; se vogliamo esaminare le cose, l’unica colpa che ci possiamo imputare è essere partiti troppo indietro, condizione che è sempre potenzialmente poco tranquilla – ha dichiarato Franco Morbidelli in una nota ufficiale -. E’ stata una caduta dovuta ad una collisione che non abbiamo provocato. Torniamo a casa senza punti, nonostante tanto lavoro, fatto con continuità, con forza d’animo, e tutti uniti”.

“Eravamo in gruppo, e non ho visto esattamente cosa sia successo, ma Franco ed un avversario sono entrati in collisione – ha raccontato Mika Kallio -. La moto di Franco è rimasta in pista; tra me e loro c’era un altro pilota, che mi ha impedito di vedere bene. Solo quando ha scartato per evitare la moto a terra, mi sono accorto della situazione, ma senza poterla evitare. Non sono caduto subito, ma quando mi sono accorto che non avrei potuto evitare l’impatto contro le protezioni, sono saltato giù. Settimana sfortunata; potevo prendere qualche punto – ha osservato il finlandese – i piloti che in quel momento erano con me sono arrivati attorno alla decima posizione”.