MotoGP, Valentino Rossi: “Jorge parte subito forte e poi si esalta”

Alessio Salucci e Valentino Rossi
Alessio Salucci e Valentino Rossi (getty images)

Anche nel GP d’Italia Valentino Rossi ha conquistato il podio, ma la sua leadership inizia ad essere minata dal suo compagno di squadra Jorge Lorenzo che nelle ultime tre gare ha conquistato nel 75 punti, portandosi a sei distanze in vista del prossimo appuntamento a Barcellona.

Nel fine settimana del Mugello il pesarese ha riscontrato difficoltà nelle prove libere e nelle qualifiche, un problema all’anteriore ha complicato la gara, senza dimenticare la brutta partenza che lo ha costretto ad inseguire in modo forsennato, ma la Yamaha M1 è al momento la moto più veloce del campionato, quindi non ci sono attenuanti.

“Arrivare sul podio non è poi così male, vogliamo provare a combattere con Jorge ma oggi era impossibile”, ha detto Rossi in un’intervista riportata da Crash.net.La cosa buona è che la nostra moto funziona molto bene. Nella prima parte della stagione ero più forte, ma ora Jorge è tornato con un ritmo incredibile e lui è l’unico che può arrivare al massimo della moto e prendere tutte le potenzialità della moto”.

La YZR-M1 ora ha qualcosa in più rispetto alla Honda… “Questa è una buona notizia per me, ma allo stesso tempo è una cattiva notizia lo stato di forma di Jorge perché è molto veloce, quindi per cercare di combattere con lui dobbiamo essere più veloci e più competitivi”. La bagarre tra i due storici compagni di squadra e rivali può avere inizio… “Bisogna essere più forti nelle prove libere, Jorge parte subito forte e in certe situazioni poi si esalta – ha detto Valentino Rossi in un’intervista riportata da Gpone.com -. Conta anche il fattore psicologico. Un testa a testa con lui per il Mondiale? ha vantaggi e svantaggi”.