MotoGP Test Michelin: Valentino Rossi cade all’Arrabbiata 1, ko anche Lorenzo e Marquez

Valentino Rossi nella giornata di test Michelin al Mugello
Valentino Rossi nella giornata di test Michelin (getty images)

All’indomani del Gran Premio d’Italia i piloti ufficiali della MotoGP si sono soffermati al Mugello per una giornata di test con le nuove gomme Michelin. L’azienda francese a partire dal 2016 sarà il nuovo fornitore unico di pneumatici della top class. Stamane l’attenzione è stata focalizzata soprattutto sulla gomma anteriore e sono scesi in pista Marc Marquez e Dani Pedrosa per la Honda, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi per la Yamaha, Andrea Dovizioso e Michele Pirro per la Ducati, Alvaro Bautista per Aprilia Racing. Andrea Iannone ha preferito saltare il test Michelin per non sforzare troppo la spalla infortunata.

 

Direttore tecnico della Michelin, Nicolas Goubert, ha dichiarato sul sito ufficiale Motogp.com: “Siamo venuti qui due settimane fa con i collaudatori per essere pronti per questa giornata; siamo qui al secondo test con i top rider, un appuntamento molto importante per noi, le valutazioni che ci daranno saranno la chiave del loro successi.”

“I tester, così come gli ufficiali, erano rimasti soddisfatti degli pneumatici posteriori al test di Sepang. Sugli anteriori invece ci hanno chiesto di migliorare alcuni parametri. Avremo dunque quattro diversi coperture anteriori per testare, e solo un paio di posteriori: il profilo sarà sostanzialmente identico rispetto a quello provato a Sepang; ci saranno due varianti per la costruzione e una nuova mescola”.

Ma in questa giornata di test ufficiali si sono registrate diverse cadute, tra cui quella di Valentino Rossi all’Arrabbiata 1. Fortunatamente nessuna conseguenza per il pilota pesarese che è finito nella sabbia all’esterno della medesima curva. Oltre a lui sono caduti Jorge Lorenzo (alla Materassi) e Marc Marquez (al Correntaio), a causa di una perdita repentina di aderenza della gomma anteriore. Secondo dati ufficiosi il più veloce sarebbe stato Jorge Lorenzo in 1’47″7, seguito a un decimo da Marc Marquez e a tre decimi da Valentino Rossi.