MotoGP, Livio Suppo: “Due 0 in 6 gare pesano come un macigno”

Marc Marquez cade al GP d'Italia
Marc Marquez cade al GP d’Italia (getty images)

Dopo la caduta in Argentina e quella al Mugello Marc Marquez sembra ormai fuori dai giochi per la lotta al titolo iridato, anche se il campionato è ancora lungo e il campione della Honda ha dimostrato più volte di compiere rimonte al limite dell’impossibile.

Ma è pur vero che la RC213V non è più la moto impeccabile della scorsa stagione, il motore è troppo aggressivo e non può essere modificato come impone il regolamento. Resta da risolvere il problema di ingresso in curva e dell’anteriore un po’ troppo traballante e su questo sono al lavoro i tecnici del team nipponico.

Per adesso Marc Marquez resta in attesa di un nuovo telaio e di alcuni aggiornamenti sull’elettronica, ma chiudere due gare a zero punti è un bilancio pesantemente negativo e Livio Suppo, team principal HRC, non nasconde le difficoltà: “Non lo nego, due zeri in sei gare pesano come un macigno sulla classifica”, ha detto in un’intervista a Gpone.com, sottolineando la propria incredulità nel vedere il campione di Cervera fuori dalla Q1.

Livio Suppo confessa l’errore commesso ai box nelle qualifiche, “non bisognava limitarsi a usare una sola gomma per tenerne due per le Q2. La priorità in quei casi è passare al turno successivo ed è uno sbaglio che non ripeteremo”. Ma non è giunto ancora il momento di dichiarare disfatta e arrendersi, è trascorso solo un terzo della stagione e le avversarie Yamaha e Ducati non sono poi troppo lontane a livello di prestazioni: “Marc è riuscito a trovare un set-up elettronico con cui riesce a essere maggiormente a suo agio nella guida. Ha fatto una partenza fantastica e nei primi giri è stato velocissimo. Sono i punti positivi del suo weekend. Lui e Pedrosa se la sono giocata con le Ducati, non mi sembra quindi che la nostra moto vada male”.