Peugeot 208 restyling, piccoli ritocchi ma nuove colorazioni e motori

Peugeot 208 restyling (fonte Peugeot.it)
Peugeot 208 restyling (fonte Peugeot.it)

Sta arrivando il restyling della reginetta delle auto di indole sportiva del segmento B, la Peugeot 208, che dopo 3 anni si avvale di un bel lifting di rito.

La nuova livrea della Peugeot 208 si potrà ammirare da giugno e la novità più importante riguarda le tinte della carrozzeria che adesso sono diventate 13, e 2 delle nuove colorazioni opache, Ice Grey e Ice Silver in abbinamento a pacchetti per la personalizzazione menthol white pack o lime yellow pack, strizzano l’occhio a quella clientela che ama le personalizzazioni estreme tipo il car wrapping e accessori verniciati con spray come le pinze freno e i cerchi in lega.

Il restyling della Peugeot 208 sarà sportivo ma con eleganza

Da metà giugno la Peugeot 208 verrà proposta nelle concessionarie come un prodotto artigianale d’elite, e per ottenere le nuove varianti di colore, servirà un sovrapprezzo di soli 200 Euro che si aggiungeranno al costo della vernice metallizzata. Con questa strategia la Peugeot intende differenziarsi dagli altri produttori aprendosi ad una clientela più ampia e ringiovanita, infatti dal responsabile del prodotto New 208 si è venuto a sapere che il restyling della nuova Peugeot 208 ha cambiato notevolmente l’auto, dall’eleganza alla dinamicità, aumentando allo stesso tempo la sensazione di robustezza e resistenza ai graffi e con una manutenzione semplificata.

Continuando con il restyling oltre ai colori ci sarà un leggero ritocco al frontale con nuovi proiettori bicolore con luci diurne a LED e una nuova calandra, al posteriore nuovi gruppi ottici a LED con effetto 3D, che sembrano 3 artigli, i cerchi invece saranno da 16 e 17 pollici con effetto diamantato.

Internamente si percepisce subito il lavoro messo in atto da Peugeot sulla 208, che oltre all’I-cockpit dei nuovi modelli con il volante piccolo e la strumentazione rialzata ha a disposizione un monitor da 7 pollici touchscreen collegato alla telecamera posteriore, il sistema mirrorlink per il collegamento dello smartphone Android, dal Samsung ‘S5’ e ‘Note 3’ in avanti, e più in là farà il suo debutto anche Carplay per Apple.

Per quanto riguarda la sicurezza, oltre alle 5 stelle Euro NCAP, il restyling della Peugeot 208 guadagna l’Active City Brake che frena autonomamente l’auto entro i 30 km/h quando il guidatore è distratto. Per i motori ci sono novità, oltre ai già noti tre cilindri 1.0 PureTech da 68 CV e 1.2 da 82 CV, sta per arrivare il 1.2 Turbo 110 CV, sia con cambio manuale a cinque marce che automatico EAT6 che dispone della tecnologia Quickshift, ovviamente tutti Euro 6.

Le motorizzazioni diesel ora sono disponibili in tre varianti di potenza, ma tutti derivati dal quattro cilindri BlueHDi 1.6, partendo dalla parsimoniosa da 75 cavalli, passando per la 100 cv che ha ottenuto il record di consumi sulla lunga distanza con soli 2 litri per 100 Km, arrivando alla più performante da 120 cv. Queste motorizzazioni faranno si che la Peugeot 208 diventi punto di riferimento mondiale nelle emissioni di CO2.

Per la più sportiva delle 208 bisognerà attendere settembre, quando la Peugeot Sport farà scendere in campo la 208 GTI, ma le versioni che troveremo nei concessionari a giugno saranno ‘access, active, allure, gt line’ con prezzi che andranno da 12.300 Euro a 22.800 Euro

Peugeot 208 restyling (fonte Peugeot.it)
Peugeot 208 restyling (fonte Peugeot.it)
Peugeot 208 restyling (fonte Peugeot.it)
Peugeot 208 restyling (fonte Peugeot.it)