MotoGP, Loris Capirossi: “Al Mugello il tifo offre una spinta in più”

Loris Capirossi
Loris Capirossi (Getty Images)

Loris Capirossi attualmente è responsabile della sicurezza per Dorna Sports, la società che gestisce la MotoGP, e in questo week-end è presente al GP del Mugello, dove non può non ricordare le tante gare svolte in passato, a cominciare dalla vittoria nel 2000 nella classe 500, al sostegno dei tanti tifosi sempre calorosi che affollano in massa l’autodromo toscano.

“Ho sempre guidato con un supporto incredibile. Ogni volta che sono arrivato al Mugello, il tifo mi ha dato una spinta in più, è stato incredibile, i tifosi ti danno un extra di due o tre decimi di secondo al giro che può fare la differenza. L’atmosfera è molto speciale, e si può sentire questo, non appena si esce fuori in pista”, ha raccontato Loris Capirossi in un’intervista rilasciata al sito ufficiale Motogp.com.

L’ex pilota bolognese non potrà mai dimenticare quella vittoria nel campionato 2000, giunta dopo un incredibile duello con Max Biaggi e Valentino Rossi, “ma sono caduti e mi sono ritrovato sul rettilineo del traguardo da solo. Sono riuscito a portare a casa una vittoria incredibile di fronte a tutti i miei fans, su una moto che è molto speciale per me”. Ma Loris ha ottenuto anche altri tre podi al Mugello, l’ultimo nel 2006 dopo un’altra grande battaglia con il campione di Tavullia. “Vincere al Mugello è semplicemente la migliore sensazione del mondo, e quando si guarda in basso dal podio e vedi tutti quei fan che tifano per te, ti fa sentire come se fossi in cima al mondo!”.

Il pronostico di Loris Capirossi per il GP italiano del 2015? Una domanda non semplice… “Valentino è in grande forma, Lorenzo è tornato al suo meglio, Marquez è alla disperata ricerca di una vittoria e Ducati sono spaventosamente veloci intorno alla loro pista di casa. È molto difficile dire chi vincerà, perché in realtà potrebbe essere chiunque di loro”.