MotoGP Mugello, Valentino Rossi: “Terza fila? E’ stata colpa mia”

Valentino Rossi al Mugello
Valentino Rossi (getty images)

Valentino Rossi partirà dalla terza fila nel Gran Premio del Mugello, con un vantaggio di 15 punti da Jorge Lorenzo e 19 da Andrea Dovizioso. Ma i suoi diretti inseguitori saranno in prima fila e bisognerà compiere una gara perfetta per poter ambire al podio e limitare i danni delle qualifiche che, ancora una volta, si rivelano essere il tallone d’Achille del campione di Tavullia.

Adesso bisognerà puntare tutto sul warm-up e fare le giuste scelte in ottica Gran Premio, cercando di effettuare una partenza perfetta che non gli faccia perdere secondi preziosi dal suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, anche in questo week-end in perfetta forma.

“Oggi sono abbastanza soddisfatto del lavoro svolto, più positivo rispetto a ieri, perché ieri non ero abbastanza forte,” ha dichiarato Valentino Rossi in conferenza stampa. “Abbiamo deciso di modificare la moto e sono abbastanza soddisfatto perché ogni volta che siamo andati in pista abbiamo migliorato. Ero più forte e più costante e soprattutto il feeling con la moto è miglioratagiro dopo giro”.

Ma non è bastato per ambire alle prime file… “Purtroppo partirò ancora dalla terza fila, in ottava posizione. Questo non è il nostro obiettivo e non è un posto fantastico per iniziare. Ma è colpa mia perché avevo un buon passo e potevo fare meglio, perché sono a tre decimi da Jorge… Dobbiamo continuare in questo modo e fare un altro passo nel warm-up per la gara. Poi vediamo”.

Valentino Rossi si è detto contento per la prima pole position in carriera di Andrea Iannone, arrivata in una gara assai importante per la Ducati e i tifosi italiani: “Iannone è molto forte, quest’anno gira veloce ed è competitivo. E’ stato molto intelligente perché era dietro Jorge, ma un grande complimenti a lui per la sua prima pole position in MotoGP. Sono felice per lui, perché ho un buon rapporto con lui, parliamo insieme un sacco di tempo e passiamo del tempo insieme”. Ma molto dipenderà dalla sua condizione fisica… “Con Iannone dobbiamo capire il potenziale della sua spalla in 23 giri, perché di sicuro ha la velocità ed è molto forte. Ma non è al 100% fisicamente – ha concluso Il Dottore – quindi dipenderà dal dolore che avrà alla spalla”.