MotoGP Mugello, Valentino Rossi: “Sarà una gara difficile, ma domani si vedrà”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Il leader della classifica del Motomondiale 2015 per la classe regina, Valentino Rossi, affronterà il GP d’Italia, in programma domani sul circuito del Mugello, partendo solo dall’ottava posizione. Ma a fine giornata il Dottore non sembra affatto preoccupato: dopo tutto, le rimonte dalla terza fila ai primissimi posti, magari con tanto di vittoria finale, per lui non sono certo una novità.

 

Le speranze del Dottore

Il campione della Honda si sente in forma e mostra di avere quanto meno lo spirito giusto per affrontare la gara di domani. “Sono abbastanza soddisfatto della prestazione di oggi”, dichiara Valentino Rossi ai colleghi di Speedweek.com dopo la prova. “Abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo fatto progressi rispetto a ieri… ci sentiamo più sicuri con le gomme anteriori”. E grazie alle modifiche del set-up “oggi sono stato più forte, più veloce e più costante”.

“Purtroppo – riconosce il Pesarese – sono tornato solo in terza fila, in ottava posizione, il che non soddisfa i nostri obiettivi. Non è la posizione migliore per iniziare, e domenica sarà difficile. Ma ho la sensazione di non aver spinto il massimo, che ho commesso un errore, e che posso fare di meglio”. Anche perché “abbiamo migliorato la moto in modo significativo”. Certo, “la gomma extra soft si è rivelata ottima per questo circuito, per cui i nostri avversari che hanno potuto usare questa opzione sono stati molto forti”. Ma “se il warm-up andrà come speriamo, potremo affrontare la gara con fiducia”.

Valentino Rossi ha vinto il GP del Mugello per sette anni di fila, dal 2002 al 2008.  sette volte di fila. Riuscirà ad imporsi anche stavolta, tenendo testa all’esuberanza della Ducati. “E’ una cosa molto difficile da prevedere in questo momento – spiega il campione di Tavullia – . Jorge ha certamente una possibilità, ma potrei farcela anch’io… Dipende da molte cose”.

Il Dottore ribadisce che “devo fare una buona partenza, perché [Andrea] Dovizioso e [Andrea] Iannone sono in prima fila. E sappiamo quanto Jorge sia veloce nei primi giri”. Ma sarà anche  importante “mantenere un ritmo sostenuto e costante per tutti e 22 giri”.

Quanto alla possibilità che Iannone vinca il GP del Mugello, Rossi riconosce che il ducatista “quest’anno è molto veloce e ha dimostrato grande abilità”, ma “non so come l’infortunio alla spalla inciderà sulla sua performance”. Insomma “sarà una gara difficile, ma domani si vedrà”.