MotoGP Mugello, Valentino Rossi: “Cercheremo di modificare e migliorare la moto”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Valentino Rossi non ha brillato nella prima giornata di prove libere per il GP d’Italia del Mugello, sesto appuntamento del Motomondiale 2015. Il Dottore chiude solo al 9° posto, facendo segnare un miglior crono personale di 1’48.211, con un distacco da quello di Andrea Dovizioso che alla fine delle FP2 superava i 7 decimi. Eppure il fuoriclasse della Yamaha non sembrato troppo preoccupato: e come dargli torto? La gara di domenica è ancora lontana e le grandi rimonte sono il suo “mestiere”…

 

La scommessa del Dottore

Valentino Rossi guarda anche stavolta il bicchiere mezzo pieno. “Abbiamo iniziato bene la sessione del pomeriggio: non mi sentivo così male sulla moto e ho avuto un passo abbastanza buono – dichiara il Pesarese sul sito ufficiale del team – . Ero piuttosto soddisfatto, ma poi ho riscontrato qualche problema in frenata”.

“Abbiamo cercato di modificare il set-up in modo da frenare in modo più deciso – prosegue Rossi – , ma non siamo riusciti a trovare una buona soluzione e alla fine sono tornato alla mia moto ‘normale’, con cui abbiamo provato le gomme più dure sia all’anteriore che al posteriore. L’avantreno non era male, ma il posteriore era un po’ troppo duro e non aveva abbastanza grip sul lato sinistro per permettermi di spingere al massimo”.

L’obiettivo di Valentino è migliorare la sua posizione in vista delle qualifiche di domani, riducendo il gap rispetto ai suoi potenziali rivali per il podio. “In ogni caso – osserva ancora il Dottore – per noi è sempre positivo provare queste cose per raccogliere dati e domani cercheremo di modificare e migliorare la moto, soprattutto in frenata nell’ultima sezione. Jorge è quello che sembra avere il miglior passo, ma anche Dovi è stato molto veloce e così pure Marquez”. “E’ solo venerdì – conclude – , quindi è troppo presto per dire chi sarà il più difficile da battere, ma mi sembrano essere tutti in buona forma”.

 

La versione di Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo è stato veloce sin dal mattino e, al momento, pare quello messo meglio come “passo” nei brevi run che ha fatto nelle due sessioni – eppure lui stesso si aspettava un risultato migliore dell’1’47.852 chew gli è valso il 3° posto nella classifica combinata. “Non sono completamente soddisfatto della moto – dichiara il maiorchino sempre sul sito del team Yamaha – . Per quanto riguarda l’impostazione della mia YZR-M1, penso che abbiamo un grande margine di miglioramento”.

“A poco a poco faremo progressi in quasi tutte le curve – assicura Lorenzo, ma cominciare il weekend con un secondo e terzo posto e un buon passo è positivo. Vediamo se domani saremo in grado di migliorare la moto e tenere un passo più veloce di circa mezzo secondo: credo che sarebbe molto meglio”.