MotoGP, Valentino Rossi: “Il Mugello è una pista molto speciale per me”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Anche quest’anno, in occasione del Gran Premio d’Italia del Motomondiale 2015, Yamaha Motor Racing sarà protagonista dell’iniziativa KISS Mugello, insieme a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, per sensibilizzare l’opinione pubblica al rispetto dell’ambiente circostante l’autodromo.

Nel week-end di gara la ‘Cooperativa Sociale L’Orologio di Scarperia’ distribuirà ben 20.000 kit per gestire i rifiuti sulle colline del Mugello, comprendente tre sacchetti per i rifiuti e una scheda con le informazioni per partecipare ad un simpatico concorso fotografico.

Lo scorso anno sono state raccolte 20,9 tonnellate di rifiuti e all’interno del circuito ci saranno quindici isole ecologiche per la distribuzione dei kit. Inoltre il team Movistar Yamaha, VR | 46 e l’autodromo toscano hanno messo in piedi un’iniziativa sociale per raccogliere fondi e creare una sala giochi per i bambini dell’Ospedale Meyer di Firenze.

“Il Mugello è una pista molto speciale per me: ho conquistato vittorie spettacolari, vi ho fatto molte grandi battaglie e ho un sacco di bei ricordi  – ha commentato Valentino Rossi sul sito ufficiale della Yamaha MotoGP -. E’ un bellissimo circuito e mi piacerebbe che rimanesse così. È per questo che prendo parte al progetto KISS Mugello, per rendere le persone consapevoli del fatto che possiamo tenere la pista pulita se lavoriamo tutti insieme. Ma non è solo l’ambiente che merita la nostra attenzione: anche la sostenibilità sociale è una parte importante del progetto Kiss Mugello. Quest’anno, il Mugello e Yamaha hanno organizzato una raccolta fondi per l’Ospedale Meyer di Firenze, in modo che l’ospedale possa costruire una sala giochi per i bambini in ospedale. Anche la nuova generazione deve poter godersi il pianeta, e i fans possono contribuire con il solo acquisto di una maglietta e lo scatto di una foto. La T-shirt “Yellow + Blue = Green” riflette il nostro sforzo per migliorare i nostri processi ed essere più ‘verdi’. E’ facile per la gente sostenere questa causa – ha concluso il campione di Tavullia – e insieme potremo divertirci moltissimo al Gran Premio italiano”.