Motomondiale, Valentino Rossi ricorda la prima vittoria contro Jorge Martinez

Valentino Rossi al GP di Brno 1996
Valentino Rossi a Brno nel 1996 (getty images)
Valentino Rossi corre nel Motomondiale da ben 20 stagioni, ha conquistato nove titoli iridati e un totale di 110 vittorie, e ancora oggi, all’età di 36 anni, dimostra di non aver perso stimoli e di voler inseguire ad ogni costo il decimo titolo mondiale. Il campione di Tavullia è primo in classifica dopo cinque gare, forse in quella che si preannuncia la stagione più difficile e competitiva della sua lunga carriera.

In un’intervista rilasciata a Speedweek.com ha ripercorso gli inizi della sua avventura sportiva, a cominciare dalla sua prima vittoria a Brno del 18 agosto 1996 in sella all’Aprilia nella classe 125, davanti ad un avversario assai agguerrito del calibro di Jorge Martinez.

“Ho visto tutti i combattimenti incessanti nel corso degli anni contro Martinez”, ha raccontato Valentino Rossi. “Abbiamo corso con un un certo astio. La prima gara di campionato del mondo nel 1996 a Shah Alam / Malesia Dirk Raudies ha avuto un problema tecnico, si girò il gas. Martinez mi aveva superato e poi è finito out. Perugini ha vinto, io ho finito sesto. Dopo la gara Martinez viene preso d’assalto con Angel Nieto nel mio box… Voleva uccidermi. Da quel giorno, il nostro rapporto era un po’ teso… Ma dopo la mia vittoria a Brno Jorge mi strinse la mano e disse:’ Accidenti vai forte”.

Poi la vittoria a Brno ha dato il via ad una lunga sequela di successi: “Martinez era considerato un re della frenata… Ma l’ho ingannato in frenata. Questo lo ha evidentemente impressionato”.