Flavio Briatore: “La Ferrari F1 non è migliorata, Alonso a 7 decimi da Mercedes, Vettel a 8”

Flavio Briatore con la moglie Elisabetta Gregoraci
Flavio Briatore con la moglie Elisabetta Gregoraci (getty images)

Le qualifiche del Gran Premio di Monaco non hanno riservato grandi sorprese, le Mercedes partiranno dalla prima fila e probabilmente vi resteranno, considerando che si tratta di un circuito dove storicamente è difficile sorpassare e che le Frecce d’Argento hanno una marcia in più rispetto alle Ferrari e agli altri avversari.

Flavio Briatore non poteva mancare all’appuntamento sportivo, visto che qui a Montecarlo ha anche altri interessi, tra cui il suo ristorante Cipriani e la discoteca Twiga. Intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’ l’ex manager di Formula 1 sembra avere le idee chiare sull’esito della gara: “A giudicare dalle prove direi Hamilton. Che secondo me ha ancora qualcosa in tasca da giocare in gara. E poi non solo è il più forte, parte davanti”.

Per Flavio Briatore in casa Ferrari poco o nulla è cambiato rispetto alla scorsa stagione e le probabilità di successo sono quasi nulle: “So di dire una cosa che mi attirerà critiche, ma da un anno all’altro non è cambiato niente: Alonso nella passata stagione era distante 7 decimi dalla Mercedes e adesso Vettel è a 8 decimi. Raikkonen era, ed è, a 1’’4. Mi dite la differenza tra un’annata e l’altra? Nessuna. Fra l’altro la Ferrari dovrà guardarsi dalla Red Bull”, che nelle qualifiche si sono piazzate al quarto e quinto posto.

Fino al sabato poco pubblico è accorso ad assistere al Circus e i motivi sarebbero da ricercarsi, secondo Briatore, nel meteo, nel costo eccessivo dei biglietti e nella noia di veder vincere sempre le Mercedes. “La gente fa due conti e vede la gara in tv. Normale”, ha concluso mister Billionaire.