MotoGP, Lin Jarvis: “Campionato con oltre 20 gare? Pensiamo alla qualità non alla quantità”

Lin Jarvis
Lin Jarvis (getty images)

In questa settimana la Dorna ha avviato i primi colloqui ufficiali con il governo indonesiamo per allestire quanto prima un Gran Premio della MotoGP, magari a partire già dal 2017, a patto di velocizzare alcuni lavori indispensabili sul tracciato di Sentul.

Il CEO della Dorna, Carmelo Ezpeleta, tempo fa ha annunciato che una delle gare in terra spagnola e la tappa di Brno potrebbero decadere dal calendario della classe regina per fare posto ai nuovi Paesi emergenti, come appunto l’Indonesia (dove quest’anno si è tenuta una gara di Superbike con grande successo di pubblico), senza scartare l’ipotesi di aumentare il numero dei Gran Premi.

Intanto dal prossimo anno farà il suo ingresso in Top Class il Gran Premio d’Austria che mancava dal 1997 e la tappa di Brno potrebbe presto venir meno per difficoltà economiche e organizzative. Il Direttore Generale della Yamaha Racing MotoGP, Lin Jarvis, si è detto contrario a superare il limite delle 20 gare.

“Sappiamo che si sta discutendo di aumentare il numero delle gare – ha detto il boss della Movistar Yamaha a MCN -. Bisogna valutare con attenzione… Dobbiamo privilegiare la qualità piuttoto che la quantità. Dobbiamo pensare anche quanto sia arduo per le persone che sono coinvolte seguire queste lunghe stagioni”, ma ha confermato di essere favorevole ad una tappa in Indonesia, dove ci sono tantissimi tifosi pronti ad accogliere con calore i piloti della classe regina.