F1, Fernando Alonso: “McLaren migliore a Monaco rispetto a Barcellona, vogliamo la zona punti”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (getty images)

Fernando Alonso e la McLaren Honda sperano di fare progressi importanti nel Gran Premio di Monaco, prossimo appuntamento del campionato di Formula1 2015. Sono ancora zero i punti iridati raccolti dalla scuderia di Woking ed il gap dalla Mercedes è ancora enorme. Dato che l’obiettivo del team è quello di vincere, servirà un grande balzo in avanti nelle prossime gare. Sono stati investiti molti soldi per questo progetto e non ci si può permettere un fallimento, anche perché parliamo di una squadra storica del Mondiale delle quattro ruote. Inoltre va considerato che il pilota spagnolo rischia davvero di pentirsi di aver lasciato la Ferrari se essa dovesse tornare a vincere ed è sicuramente messa meglio ad oggi.

 

Fernando Alonso ottimista sul futuro della McLaren Honda

L’asturiano ai microfoni del sito ufficiale della Formula1 ha espresso le sue sensazioni in vista del GP che si correrà nel Principato: “Anche se è quasi impossibile sorpassare, è ancora uno dei più impressionanti ed eccitanti spettacoli del calendario della Formula1. Come circuito e come luogo è del tutto particolare, è questo a renderlo così particolare. Ci sono tre aree sulle quali concentrarsi in questo GP: qualifiche, concentrazione e strategia. Al sabato si può aumentare la propria possibilità di ottenere un buon risultato in gara”. Il riferimento è sicuramente al fatto che essendo un tracciato cittadino abbastanza stretto c’è pochissimo margine per poter superare e dunque guadagnare una buona posizione sulla griglia di partenza consente di poter ambire ad un piazzamento soddisfacente.

Fernando Alonso ha proseguito parlando delle altre aree fondamentali su cui lavorare a Monaco: “Alla domenica la cosa più importante è la concentrazione. Le strade sono strette e tortuose, non c’è margine d’errore. Facendo questo si può anche ottimizzare la strategia e avere maggiori chance di terminare bene la gara”.

L’ex pilota della Ferrari fa un anche un piccolo passo indietro e torna a parlare dell’ultima corsa disputata sul circuito di Montmelò: “La mia gara di casa a Barcellona è stata ovviamente frustrante per tutto il team, siamo stati sfortunati per il modo con cui mi sono ritirato. Credevo che avremmo ottenuto un risultato positivo. Però il nostro spirito combattivo è ancora forte e siamo determinati ad utilizzarlo a Monaco per vedere i progressi che possiamo fare. Sono sicuro che la nostra monoposto sarà migliore rispetto a Monaco e spingeremo per andare a punti”.