MotoGP Le Mans, Marc Marquez: “Dobbiamo imparare la lezione”

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

 

Il campione del mondo in carica della MotoGP, Marc Marquez, è convinto che le alte temperature di questa domenica (salite a 32 gradi!) gli siano costate la vittoria della gara di Le Mans.

Dopo la pole di ieri e l’ottima performance messa a segno nel warm-up del mattino, il fuoriclasse della Repsol Honda è stato protagonista di un “contatto” con Andrea Iannone poco dopo l’inizio della corsa è andato lungo alla prima staccata e si è ritrovato quarto. Così, dopo il primo giro è stati superato da Valentino Rossi, quinto al via.

Per il Fenomeno di Cervera la gara è stata decisamente al di sotto delle aspettative: solo a 4 giri dalla fine ha ritrovato ritmo e ingaggiato un lungo, spettacolare duello con Andrea Iannone, che ha poi superato piazzandosi quarto. E così ha concluso.

 

Una brutta sorpresa

E’ significativo che Marc Marquez sia arrivato al traguardo circa 20 secondi dopo il vincitore Jorge Lorenzo. “Oggi la temperatura è aumentata sensibilmente – spiega il pilota della Honda dopo la prova a Crash.net -, durante il weekend non avevamo mai corso in condizioni simili”.

“Al quarto giro – prosegue – ho cominciato ad accorgermi che avevo molti problemi sull’anteriore. Credo che tutte le Honda si siano trovate in difficoltà; siamo stati molto penalizzati e non a caso ci sono state tante cadute dovute alla perdita di aderenza”. A terra sono infatti finiti il suo team mate Dani Pedrosa, Cal Crutchlow del team LCR e Scott Redding del Marc VDS.

Il punto è che nessuno si aspettava ripercussioni così gravi. “Sapevamo che con l’aumento della temperatura le condizioni cambiano – afferma Marquez – , ma credevamo che sarebbero mutate in meglio, mentre stavolta sono decisamente peggiorate”.

Il predominio assoluto del campione della Honda sembra ormai un ricordo sempre più sbiadito. “Dobbiamo imparare la lezione di questa gara – dice Marquez – e specialmente dei dati che abbiamo raccolto”.

Marquez rimane quarto nella classifica del campionato, ma ora il distacco dal leader Valentino Rossi è di ben 33 punti. Fare bene al prossimo GP del Mugello è un obbligo più che un’opportunità.