MotoGP Ducati, Andrea Dovizioso: “Dobbiamo migliorare ancora la GP15”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

Sul circuito di Le Mans Andrea Dovizioso è ritornato sul podio dopo la brutta gara di Jerez. Il pilota forlivese ha dato l’ennesima conferma non solo di essere in grandissima forma, ma anche che la Desmosedici GP15 disegnata da Luigi Dall’Igna è ad un passo dalla vittoria. Dopo essere partito dalla prima fila il Dovi ha subito il sorpasso di Valentino Rossi al 13° giro ed ha chiuso sul terzo gradino del podio, scivolando in terza piazza in classifica piloti dietro a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

“Sono felice perché è sempre molto importante centrare il podio e quello di oggi è l’ennesima conferma della nostra competitività – ha spiegato Andrea Dovizioso sul sito ufficiale della Ducati -. Le condizioni erano buone, ma dopo metà gara non sono più riuscito a tenere il passo di Lorenzo. Purtroppo è calato il grip e non ho potuto essere efficace come nella prima parte: pensavo di avere più velocità per arrivare verso fine gara e provare a lottare per la vittoria ma non è stato possibile. E’ la conferma che ci manca ancora qualcosina e, anche se dobbiamo essere molto soddisfatti di questo ulteriore podio, ci dobbiamo impegnare per migliorare ancora la GP15″.

Del resto la competitività della Ducati trova conferma nel quinto posto di Andrea Iannone, autore di una splendida gara nonostante la spalla dolorante: “E’ stata una gara molto difficile per me, forse la più difficile della mia vita. All’inizio stavo bene, avevo un buon passo ed ero contento di come stava andando. Fino al decimo giro stavo girando veloce, dietro a Lorenzo e Dovizioso, ma poi ho iniziato ad accusare dolore al braccio sinistro e per compensare ho usato molto di più quello destro, che si è affaticato e pertanto non sono più riuscito ad essere efficace in frenata – ha dichiarato il pilota di Vasto -. Ho fatto anche un paio di errori perdendo tempo e sono stato raggiunto da Smith e Marquez, con cui ho fatto una bella battaglia. In ogni caso devo essere contento per oggi, perché è stato veramente difficile concludere la gara, e voglio ringraziare la mia squadra che mi ha messo a disposizione una moto molto competitiva e mi ha permesso di portare a casa questo risultato. Voglio anche ringraziare i ragazzi della Clinica Mobile – ha concluso Iannone – che mi hanno supportato e si sono presi cura di me durante tutto il week-end”.