MotoGP Le Mans, Valentino Rossi: “Pista buona per noi. Mondiale? Siamo tutti vicini”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi arriva all’appuntamento del Gran Premio di Francia da leader della classifica mondiale e intende rimanerci, magari vincendo la corsa che si corre domenica sul circuito di Le Mans. Ma dovrà guardarsi bene da una concorrenza nutrita e agguerrita. Marc Marquez, Jorge Lorenzo e le Ducati corrono con il suo stesso obiettivo: vincere. Ci attendiamo dunque una gara molto combattuta e divertente.

 

Le dichiarazioni di Valentino Rossi

Il pilota della Yamaha alla vigilia dei primi turni di prove libere è intervenuto in conferenza stampa per esprimere le sue sensazioni in vista del week-end francese che lo attende: “La stagione è partita bene, per le due vittorie e per i podi, per il campionato sarà importante finire sempre a punti perché in molti sono competitivi e lotteranno per il campionato – riporta MotoGP.com -. Jorge ha iniziato male la stagione, ma a Jerez è stato fantastico, dal venerdì alla domenica, e questo vuol dire che per il campionato sarà dura stargli davanti. Credo che siamo tutti vicini, torna pure Pedrosa. Io devo solo concentrarmi sul mio lavoro”.

Valentino Rossi riconosce che il tracciato di Le Mans piace sia a lui che alla Yamaha, ma allo stesso tempo ammette che anche la Honda va forte lì: “Storicamente è buono per noi, ma dobbiamo capire il nostro livello. L’anno scorso sono stato 2°, ma Marquez qui era il più veloce in frenata e in ingresso curva e quindi dobbiamo vedere dove saremo rispetto alla Honda. Non è una delle mie piste preferite, ma mi piace. Il meteo è freddo al mattino e migliore nel pomeriggio, quindi la moto è più difficile da guidare, bisogna usare gomme morbide e l’aderenza è particolare”.

Il nove volte campione del mondo è moderatamente ottimista, ma non si sbilancia molto. E’ consapevole che lui e la Yamaha si trovano a loro agio a Le Mans, ma c’è del lavoro da fare per battere Marc Marquez con la Honda. A Jerez il Dottore è arrivato 3° e questa volta vuole il gradino più alto del podio per aumentare il divario tra sé e gli inseguitori in classifica. Io sogno del 10° titolo iridato deve rimanere vivo.