MotoGP Le Mans, Andrea Iannone: “Non so quanto dolore avrò, lo capiremo nelle FP1”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

Per Andrea Iannone il GP di Le Mans rappresenta una sorta di prova della maturità, dopo l’errore commesso a Jerez alla partenza e quello nel finale del GP d’Argentina, quando all’ultima curva è stato beffato da Cal Crutchlow. Alcuni giorni fa la Ducati ha tenuto due giorni di test privati al Mugello con i piloti ufficiali, nella cui circostanza il pilota di Vasto ha riportato un lieve infortunio alla spalla sinistra che non gli consentirà di essere al 100%.

Andrea Iannone al momento è quinto in classifica a quota 50 punti e dovrà difendere la posizione dagli attacchi di Crutchlow che dista appena tre lunghezze. “Purtroppo mi sono infortunato alla spalla sinistra durante il secondo giorno di test al Mugello. Stavo provando la gomma anteriore più dura quando sono scivolato alla curva Arrabbiata 2 – ha spiegato il rider di Vasto -. Dopo una visita a Cattolica dal Prof. Porcellini abbiamo iniziato subito la terapia per poter recuperare il più velocemente possibile. La spalla mi fa ancora male, ma comunque ho una buona mobilità e questa è una cosa positiva perché non essere limitato nei movimenti è confortante. Cercherò di guidare nel miglior modo possibile – ha aggiunto Iannone -, ma non so ancora quanto dolore avrò e lo capiremo solo domani mattina, una volta che sarò salito in sella alla mia GP15″.