Volkswagen svela la nuova gamma motori benzina e diesel: grande attesa per il 1.0 TSI da 272 CV

Volkswagen W12 (fonte worldcarfans)
Volkswagen W12 (photo by worldcarfans)

La Volkswagen ha portato al “Vienna Motor Symposium” due motori a benzina sovralimentati completamente nuovi assieme ai diesel TDI di ultima generazione per i veicoli commerciali leggeri. Il motore più interessante è il 1.0 litri 3 cilindri TSI ad alte prestazioni basato sul motore EA211. L’unità è in grado di generare 272 CV e 270Nm di coppia grazie a un turbocompressore monoscroll ed un sistema e-booster.

Questo è un bel esempio di quanta potenzialità i motori a combustione interna hanno ancora a loro favore, ha dichiarato a Vienna il responsabile della “Volkswagen Group Powertrain Development”, Dr. Heinz-Jakob Neusser. Tuttavia la casa di Wolfsburg non ha ancora confermato se questo motore è pronto per la produzione o è ancora in fase di sviluppo.

Invece l’altro motore TSI presentato a Vienna è pronto per essere installato: si tratta del propulsore benzina W12 TSI 6.0 litri che produce 608 CV a 6.000 giri minuto e 900nm di coppia tra 1.500 e 4.500 giri. La Volkswagen dichiara che il nuovo TSI W12 è “il motore a dodici cilindri più economico nel segmento delle auto di lusso”, con emissioni di CO2 inferiori a 250 g/km, misurato con il nuovo ciclo di guida europeo NEDC.

A seconda del veicolo sul quale verrà impiegato, il motore 12 cilindri erogherebbe valori di accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi e una velocità massima di oltre 300 km/h. Inoltre per contrastare le vibrazioni questa unità dovrebbe essere dotata di una sospensione adattiva caratterizzata da attuatori elettromagnetici.

Per questo nuovo motore la Volkswagen Group ha unito due metodi di combustione che fino ad ora non erano mai stati utilizzati in parallelo, l’iniezione diretta FSI di Audi e l’iniezione multi-point di Bentley TMPI. La lunga lista di modifiche includono biturbo Twin-Scroll, iniezione a doppia alimentazione sia ad alta pressione che a bassa pressione diretta sul collettore di iniezione, un sistema che controlla la gestione dei cilindri e il dispositivo start and stop, che ridurrebbe il consumo di carburante e delle emissioni. Il motore STI W12 dovrebbe equipaggiare la nuova “Bentley Bentayga” e la nuova generazione di “Audi A8”, eventualmente anche il prossimo “VW Phaeton”.

Infine Volkswagen ha anche svelato la nuova famiglia di motori TDI Euro 6 per i veicoli leggeri, che gravitano tutti sul nuovo motore 2.0 TDI 4V di nuova concezione, basato sul sistema diesel modulare (MDB), che farà il suo debutto nei nuovi modelli Multivan e Transporter. Il motore avrà quattro versioni che ricoprono una gamma di erogazione che va da 84 a 204 CV con un arco di coppia che oscilla da 220 Nm ai 450Nm.