MotoGP, Test Ducati: Andrea Iannone da record, ma cade all’Arrabbiata 2

Andrea iannone
Andrea Iannone (getty images)

Alle 13:00 di oggi i due piloti ufficiali della Ducati hanno concluso due giorni di test privati sul circuito del Mugello, mentre domani toccherà al collaudatore Michele Pirro scendere in pista per raccogliere altri dati fondamentali per lo sviluppo della Desmosedici GP15 progettata da Luigi Dall’Igna.

Peccato che poco prima del termine del day 2 Andrea Iannone sia caduto all’Arrabbiata 2, riportando una sublussazione alla spalla sinistra, dopo la caduta di ieri all’Arrabbiata 1. Nulla che possa compromettere la partecipazione al prossimo Gran Premio di Le Mans, almeno questa è la speranza.

Il pilota abruzzese è stato subito visitato a Cattolica dal Dott. Giuseppe Porcellini che gli ha diagnosticato una sublussazione alla spalla sinistra e nei prossimi tre giorni dovrà seguire una terapia concordata con lo specialista, con l’obiettivo di essere regolarmente al via del GP di Francia. Si dovrà quindi attendere venerdì mattina per avere l’ufficialità della partecipazione.

Al termine degli 85 giri, il migliore dei quali in 1’47″5, al di sotto del record di pista detenuto da Marc Marquez, Andrea Iannone si è detto soddisfatto delle sue prestazioni e della sua Ducati GP15, con cui ha effettuato un lavoro basato soprattutto su assetti e strategie elettroniche.
“E’ stato sicuramente un test interessante, perché provare prima della gara è sempre utile, e siamo riusciti a valutare bene alcune soluzioni che durante i GP facciamo fatica a provare – ha dichiarato il pilota di Vasto sul sito ufficiale della casa di Borgo Panigale -. Alla fine sono stati due giorni utili e sono contento per come abbiamo girato, anche se purtroppo alla fine della sessione di oggi sono caduto all’Arrabbiata 2, procurandomi una botta alla spalla sinistra. Comunque sono soddisfatto per come stiamo lavorando, anche perché la nostra moto è ancora nuova e quindi – ha concluso Iannone – abbiamo bisogno di provare soluzioni diverse per trovare il migliore set-up”.