F1, Fernando Alonso: “In Ferrari nulla è cambiato”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (getty images)

Dopo cinque Gran Premi di Formula 1 Fernando Alonso e McLaren sembrano in alto mare, tant’è che ancora devono essere conquistati i primi punti iridati in classifica piloti. In quattordici anni di carriera nel Circus mai inizio di stagione è stato peggiore di questo per il pilota spagnolo che, pur di essere coerente con la scelta di cambiare squadra, non risparmia di lanciare frecciate alla sua ex scuderia Ferrari.

Al Montmelò le Mercedes sembrano aver allargato nuovamente il gap dalle inseguitrici, un’occasione più che ghiotta per Fernando che, in un’intervista a Sky Sports News HQ, ribadisce di non avere rimorsi per aver lasciato il team di Maranello: “Sono molto felice della scelta. L’anno scorso con la Ferrari ero dietro le Mercedes di mezzo minuto-un minuto, domenica a Barcellona erano 43 secondi dietro. Nulla è cambiato e questo è uno dei motivi per cui ho cambiato. In cinque anni non è cambiato nulla e non volevo riprovare anche il sesto e settimo anno”.

Ma come spiega Fernando Alonso che almeno una Ferrari è sempre presente sul podio? “Williams non è migliorata e la Red Bull è implosa e le McLaren sono in crisi. In poche parole, la Ferrari inizia ogni gara con un podio nella sua tasca. Ma la fortuna è inutile se non si riduce lo svantaggio”.

Per quanto riguarda la partita di Champions League tra Real Madrid e Juventus il pilota spagnolo spera che il Real possa rimontare lo svantaggio dell’andata e approdare in finale: “Spero che il Real Madrid rimonti lo svantaggio contro la Juventus e auguro tutta la fortuna del mondo a Luis Enrique, asturiano come me”.