Jaguar XE, la nuova berlina del Giaguaro con prestazioni super! (VIDEO)

Jaguar XE (Getty Images)
Jaguar XE (Getty Images)

Il prossimo 8 giugno, nelle concessionarie Jaguar Italia, debutterà la ‘piccola’ XE, che s’inserirà con forza in un segmento dove padroneggiano le tedesche. E lo farà con una fascia di prezzi più che concorrenziali rispetto alle dirette rivali, con un listino che partirà da 37.750 Euro per la Jaguar XE  Pure 2.0 Turbo D 163 Cv.

Dopo eventi che hanno anticipato aspetto e contenuti, la Jaguar XE fa bella mostra di sè sulle strade europee, in special modo su quelle della Spagna occidentale, e lo fa con eleganza e sportività, anche se adesso è diventata più ‘piccola’, ma solo nelle dimensioni esterne, con i suoi 4 metri e 67 centimetri.

La Jaguar XE si contraddistingue per la posizione del motore in posizione longitudinale e dalla trazione posteriore, proprio come le dirette rivali BMW, Mercedes e Audi, ma anche dal concetto sportivo che ha ispirato il telaio che fa largo uso di alluminio e la meccanica che resta fedele alle sorelle più grandi come la XF e la F-Type.

La Jaguar XE ha un’aerodinamica molto affinata con un Cx pari a 0,26, che enfatizza la sua naturale dinamicità, complici anche le carreggiate larghe, l’altezza da terra e la generosa gommatura, e il tutto si percepisce subito nella guida grazie al nuovo schema delle sospensioni e allo sterzo elettrico molto preciso.

La gamma di propulsori presenti sulla Jaguar XE è differenziata per la maggior parte degli utenti finali, ma per chi vuole la sportività puramente Jaguar c’è il generoso 3.0 litri V6 sovralimentato da 340 CV con 450 Nm di coppia, potenza ottenuta con il compressore bi-stadio tipo Roots, già utilizzato nella F-Type, che riesce a spingere la XE ai 250 km/h limitati elettronicamente con lo 0/100 in soli 5,1 secondi.

Sicuramente in Italia le motorizzazioni che andranno per la maggiore saranno i nuovi turbodiesel Ingenium da 2.0 litri a quattro cilindri, con potenze di 163 e 180 cavalli con livelli di coppia rispettivamente di 380 Nm e 430 Nm.  In combinazione con il Turbodiesel da 180 cv c’è la trasmissione automatica ZF a 8 rapporti, il quale si propone come la migliore combinazione motoristica degna delle vetture di questa categoria.

I Turbodiesel Ingenium sono entrambi caratterizzati dalla rapida erogazione della coppia, disponibile già ad un basso numero di giri, con una coppia massima che si mantiene su tutto l’arco di erogazione; ne consegue una rapida risposta dell’acceleratore, soprattutto con la trasmissione automatica, così da spingere il piccolo ‘Giaguaro’ con una poderosa accelerazione ogni qualvolta la situazione lo richieda…

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=Mnp_XLT61gg