F1 Ferrari, Kimi Raikkonen: “Io e Vettel siamo amici, non c’è politica tra di noi”

Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen e Maurizio Arrivabene (Getty Images)
Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen e Maurizio Arrivabene (Getty Images)

Kimi Raikkonen, dopo le prime 3 gare in cui avrebbe potuto ottenere più di un ritiro e due quarti posti, è tornato protagonista assoluto in Bahrain salendo sul 2° gradino del podio dopo una grande rimonta su Nico Rosberg frutto di una strategia azzeccata da parte della Ferrari. Il finlandese ha dato una risposta importante a chi si era soffermato ad elogiare solamente il compagno di box Sebastian Vettel, in grado di vincere a Sepang e di conquistare due terzi posti.

Kimi Raikkonen elogia Sebastian Vettel e Maurizio Arrivabene

Il campione del mondo 2007 è stato interpellato dalla CNN, nel corso dell’evento Nagy Futam andato in scena a Budapest dell’1 maggio, per parlare dei rapporti all’interno del team di Maranello: «Non c’è politica fra di noi. Se qualcosa con Seb non funziona, ne discutiamo e la risolviamo. Io e Vettel cerchiamo di batterci a vicenda in pista, ma fuori siamo amici, e il clima in squadra è il migliore che abbia mai vissuto”.

Il clima in casa Ferrari è dunque molto sereno, non ci sono invidie o gelosie. Uno degli artefici del rilancio della scuderia italiana è senza dubbio il team principal Maurizio Arrivabene, per il quel sono arrivati elogi da parte di Kimi Raikkonen: “Mi piace come gestisce le cose. Se gli fai una domanda ti risponde dicendo sì o no, nessuna via di mezzo. Maurizio è esattamente la persona che serviva alla Ferrari. Lavora molto duramente ed è molto chiaro. Se qualcosa non è corretto, te lo dice.

Tra il pilota scandinavo e il Cavallino Rampante c’è ancora una questione aperta e riguarda il rinnovo del contratto, che scade al termine del 2015. Le parti attualmente sembrano ben predisposte a proseguire insieme almeno per un altro anno, ma tutto dipenderà dai risultati che verranno ottenuti nei prossimi mesi. Il driver ferrarista è esprime chiaramente la sua volontà di restare al suo posto: “Ovviamente mi piacerebbe rimanere. Loro sanno cosa mi piacerebbe fare e ci capiamo molto bene, ma fino a quando qualcosa non è al definito 100% non si può sapere. Sappiamo tutti cosa vogliamo raccogliere quest’anno e anche in futuro”. A Kimi Raikkonen non rimane che spingere al massimo la sua Ferrari e convincere la scuderia a suon di buone prestazioni che si merita il prolungamento contrattuale.