F1 Mercedes, Toto Wolff: “Ci giocheremo il Mondiale fino all’ultimo con la Ferrari”

Toto Wolff (Getty Images)
Toto Wolff (Getty Images)

La situazione in casa Mercedes è diversa ai due lati del box. Da una parte c’è un Lewis Hamilton vincitore di 3 gare su 4 in questo inizio di stagione e che sembra spedito verso la conquista del suo secondo mondiale consecutivo (sarebbe il terzo in carriera); dall’altra c’è un Nico Rosberg che si era candidato come principale antagonista del compagno nella corsa alla corona iridata ma che ha già accumulato quasi 30 punti di distacco in classifica e che non è mai riuscito a mettere la sua monoposto davanti a quella dell’inglese né in qualifica e neppure in gara. Gli umori sono dunque diversi un team che comunque possiede il migliore pacchetto e che è assolutamente favorita per replicare il 2014 trionfando sia nel Mondiale piloti che in quello costruttori.

Le dichiarazioni di Toto Wolff

Toto Wolff, numero 1 della scuderia di Stoccarda, ha rilasciato un’intervista ad Autosport commentando la differenza che c’è tra i due driver in questo momento: “Se guardiamo alle prestazioni in qualifica vediamo che in Cina, per esempio,  c’erano appena 4 centesimi di ritardo tra Rosberg e Hamilton. Questo non significa essere nettamente battuti, semmai è una piccola differenza che può però permettere a Lewis però di partire in pole e controllare la gara. Sarebbe stato diverso se Nico fosse partito davanti”.

Ha poi proseguito difendendo Nico Rosberg: “Non sarebbe in Formula 1 come pilota pluri-vincitore e sfidante per il titolo se si lasciasse destabilizzare da qualche gara storta. Mi aspetto che si riprenda, non so quando accadrà ma lo vedremo presto davanti, non c’è dubbio”.

Nonostante Lewis Hamilton stia dominando il campionato, Toto Wolff prevede che per la conquista del titolo sia arriverà alle ultime gare come nella passata stagione: “Penso che il mondiale potrebbe essere deciso sul filo con la Ferrari. Anche se continuassimo a infilare doppiette e loro a fare terzi e quarti posti, si potrebbe andare molto avanti in stagione e loro resterebbero in lizza in campionato. Ad ogni modo, questo non cambia la mia valutazione, potrebbero arrivare a contenderselo all’ultima gara Nico e Lewis anche se la Ferrari non fosse parte di questa equazione”.