F1 Ferrari: una nuova monoposto per il GP di Spagna?

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

 

Entra nel vivo l’attesa per la prima gara di F1 della stagione 2015 su un circuito europeo: quello spagnolo di Montmelò, considerato uno dei più importanti in assoluto. E a renderla più “piccante” sono i miglioramenti che, stando alle voci di scuderia, i team del campionato mondiale starebbero mettendo a punto per aggredire la pista dopo la breve pausa di calendario. Ovviamente la Ferrari non fa eccezione.

 

Il lavoro sull’aerodinamica

Gli interventi principali sulla monoposto di Maranello dovrebbero riguardare la componente degli aggiornamenti aerodinamici, mentre per quelli relativi all’unità propulsiva bisognerà verosimilmente aspettare la gara di Montreal, dove è atteso l’arrivo di una nuova specifica di carburante della Shell, per un aumento complessivo della potenza massima di circa 20 CV.

Sulle “Rosse” di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen dovremmo vedere un nuovo fondo, un diffusore “ritoccato” e lievi modifiche alle ali anteriori e posteriori, a tutto beneficio dell’assetto e del carico aerodinamico della monoposto. E’ probabile che venga apportata una modifica anche sulla sospensione posteriore, uno dei problemi principali della vettura della scorsa stagione, e risolto solo parzialmente sulla SF15-T. E non bisogna dimenticare che il tanto atteso “muso corto” è allo studio per essere portato in pista nel corso dell’anno – magari proprio in Spagna.

Una serie di ulteriori, piccoli interventi “minori” riguarderanno altri componenti della vettura come le zone dei freni, sia anteriori che posteriori (sebbene questi ultimi poi subiscono modifiche anche in base ai tipi di tracciati da affrontare) e i deflettori laterali. Ma l’elenco potrebbe essere ancora più lungo.

D’altra parte, come riportano i colleghi di Speedweek in queste ultime settimane meccanici e ingegneri del Cavallino Rampante hanno lavorato molto su diversi aspetti tecnici: sospensioni, elettronica, aerodinamica, nonché sul versante dell’alimentazione.

Per il momento, come accennato, si tratta solo di indiscrezioni: solo venerdì mattina, o forse giovedì durante le prime verifiche tecniche, capiremo quale sarà l’entità di queste novità. Nel frattempo, però, la Mercedes farebbe bene a tenere gli occhi ben aperti…