MotoGP, Valentino Rossi: “La Yamaha è tutta la mia vita”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Dopo il terzo posto nel GP di Jerez Valentino Rossi, come quasi tutti gli altri piloti della MotoGP, è tornato in pista per una giornata di test, dove ha potuto provare alcuni aggiornamenti a bordo della sua Yamaha M1 e una nuova posizione di guida. Il pesarese ha migliorato i tempi di ieri, le sensazioni sono state migliori ed ora non resta che concentrarsi sulla gara di Le Mans in programma fra meno di due settimane.

Il 36enne pilota, nonostante l’età avanzata e nove titoli iridati, ha dimostrato di avere ancora sete di vittorie e a Jerez il terzo gradino del podio non suona come una mezza sconfitta, anzi. E’ vero che Jorge Lorenzo e Marc Marquez sono alle calcagna in classifica iridata, ma il suo diretto inseguitore, Andrea Dovizioso, ora è più distante e sarà fondamentale non sciupare il vantaggio…

“Ho 36 e ha avuto una carriera di successo, ma sono ancora in ottima forma – ha confessato Valentino Rossi a Speedweek.com -. Eppure non ho alcun problema, la moto mi dà la forza. La chiave è la motivazione. Se si pensa che sia sufficiente, si dovrebbe stare a casa. Ma io amo le corse, sono la mia vita, cì come viaggiare, la mia squadra e lavorare con la Yamaha. Questo è tutto per me”.

Il cammino verso il decimo titolo iridato sarà molto difficoltoso e in salita considerando il tenore di preparazione dei suoi diretti avversari. In Francia sarà nuovamente bagarre in pista… “Ogni gara fa storia a sé, l’anno scorso andai bene ma Marquez fu molto più veloce di me. Bisognerà riuscire a batterlo e arrivare anche davanti a Lorenzo”, ha spiegato a Gpone.com. Ma chi dei due è più pericoloso? “Vorrei dire Marc, ma dopo un fine settimana come questo Jorge potrebbe essere un osso molto duro”.