MotoGP Jerez, Cal Crutchlow: “Ottimo lavoro, la squadra è contenta”

Cal Crutchlow a Jerez
Cal Crutchlow (getty images)

Il pilota britannico del team CWM LCR Honda, Cal Crutchlow, ha messo a segno un’altra prestazione molto incoraggiante, concludendo al quarto posto il Gran Premio di Spagna a Jerez de la Frontera. Dopo il podio in Argentina arriva un ulteriore buon risultato per l’ex pilota Ducati 29enne che chiude alle spalle dei tre ‘mostri sacri’ del Mondiale MotoGP, seppur con un ritardi di circa 23 secondi dal vincitore Jorge Lorenzo.

 

“La quarta posizione era il migliore piazzamento che potessimo fare oggi con la mia condizione fisica. Ero abbastanza felice, abbiamo avuto una buona gara e ho spinto quando avevo bisogno di spingere… Ho mantenuto il divario da Pol Espargaro dietro e penso che era troppo difficile da inseguire Valentino, anche all’inizio, quando è stato catturato nella battaglia con Aleix e Pol – ha ammesso Cal Crutchlow -. Ma il team ha fatto un ottimo lavoro per finire al quarto posto dietro i tre piloti ufficiali. La distanza dal vincitore è un po’ anomala, ma sappiamo che è stata causata dalla mia condizione fisica, che ha anche influenzato il mio feeling con la moto. Ma abbiamo fatto un buon lavoro e tutto il team è contento”.

 

Gara da dimenticare per Jack Miller

Una gara quasi da dimenticare, invece, per il rookie Jack Miller che ha chiuso il GP di Jerez in 20esima posizione con un ritardo di 1’14” dalla Yamaha ufficiale di Jorge. Ma il pilota australiano conta di provare qualche aggiornamento nel test del lunedì per migliorare in vista delle prossime gare.

“Non è stata una grande gara. E’ stata una gara molto difficile. ma verso la metà sono andato largo e ho perso il gruppo. Ho spinto davvero ma era difficile recuperare il ritardo – ha detto il pilota australiano -. Ho avuto troppi momenti brutti e ho pensato che se avessi continuato a spingere in quel modo mi sarei schiantato. Così abbiamo finito la gara, ma non nella posizione che volevo”.