Moto2, Franco Morbidelli: “Non manca molto per arrivare dove vogliamo arrivare”

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (getty images)

A Jerez la gara di Moto2 si è chiusa con un’altra ottima prestazione del team Italtrans Racing, grazie ad un inossidabile Franco Morbidelli che taglia il traguardo al sesto posto, migliore fra gli italiani nella classe intermedia del Motomondiale. Giornata da dimenticare, invece, per il collega Mika Kallio costretto al ritiro.

 

Il pilota romano dopo tre quinti posti consecutivi conferma di essere una giovane stella delle due ruote e che risolvendo qualche piccola problema alla moto può puntare in alto. Dopo aver collezionato 43 punti in quattro gare gravita al quinto posto in classifica piloti, a pari punti con Thomas Luthi e a -30 dalla vetta.

“Week-end molto travagliato, su una pista sulla quale non sono mai andato forte, né in prova né in gara. Invece, siamo riusciti, lavorando sodo, ad ottenere un buon risultato – ha detto Franco Morbidelli in una nota ufficiale -. Sappiamo che abbiamo problemini da risolvere, ma abbiamo tenuto duro portando a casa punti preziosi: in queste prime gare non mi sembra proprio il caso di strafare e rovinare tutto. Non manca moltissimo per arrivare dove vogliamo arrivare; lavoriamo sodo per riuscirci”.

 

Il compagno di squadra Mika Kallio, che nel 2014 ha ottenuto pole e vittoria, si è dovuto ritirare a quattro giri dal termine: “Sono partito bene, come quasi sempre, e nelle prime battute ho guadagnato un paio di posizioni, portandomi a ridosso di Franco, lottando con lui e con gli altri piloti del gruppo. Dopo un paio di tornate, quando gli altri hanno aumentato il ritmo, ho capito di non essere in grado di mantenerlo… Nel finale – ha concluso il pilota finlandese – con grossi problemi all’anteriore, che si muoveva molto, ho pensato fosse inutile rischiare per niente”.