MotoGP, Jorge Lorenzo: “Sarà un mondiale combattuto fino alla fine”

Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sul podio di Jerez
Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (getty images)

Jorge Lorenzo alza la voce dopo tre gare quasi da dimenticare e al quarto round del Motomondiale 2015 piazza la zampata vincente, davanti ai tifosi di casa. Il pilota maiorchino della Movistar Yamaha domina il GP di Jerez sin dalla prima sessione di prove libere e si porta al terzo posto in classifica iridata a quota 62, a meno venti dal leader Valentino Rossi e davanti a Marc Marquez a sei lunghezze.

“Questa volta non potevo restare giù dal podio”, ha commentato Jorge Lorenzo come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’. “Dopo mesi di difficoltà finalmente ho vinto, vincere è speciale e questa gara in particolare è la più speciale del campionato, sono così teso che ancora non riesco a godermela”.

D’altronde lo spagnolo della Yamaha non agguantava una vittoria dallo scorso 12 ottobre, quando ottenne il gradino più alto del podio in Giappone. E se l’appetito vien mangiando possiamo essere certi che, dopo la falsa partenza, rivedremo un Lorenzo sempre molto competitivo e capace di lottare per il titolo mondiale: “Ho guidato più d’istinto e questo ha funzionato”, ha aggiunto il quattro volte campione iridato. “In questo momento la MotoGP è al più alto livello della sua storia, Marc è un fenomeno, Valentino è tornato al suo livello, le Ducati sono forti – ha concluso Jorge Lorenzo -. Sarà combattuto fino alla fine”.

A cominciare dal prossimo appuntamento a Le Mans fra due settimane, anche se per il momento il pilota spagnolo preferisce godersi la vittoria odierna: “In gara tutto può succedere… Mi concentrerò sulla guida, voglio divertirmi e cercare di ripetere il successo di Jerez anche in Francia”.