MotoGP Jerez, Jorge Lorenzo: “Uno dei migliori giri di sempre. Ho avuto più coraggio e palle”

Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Andrea Iannone (Getty Images)
Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Andrea Iannone (Getty Images)

Jorge Lorenzo, dopo un avvio di campionato non all’altezza di quello che è il suo valore di pilota due volte campione del mondo in MotoGP, ha deciso a Jerez di cominciare la sua rimonta in classifica. Sua la pole position (da record: 1’37″910, abbattuto il muro dell’1’38”) nel gran premio di casa, ma era nell’aria visto che aveva già dominato i turni di prove libere.

Lo spagnolo della Yamaha ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del turno esprimendo la sua soddisfazione per il risultato ottenuto nella giornata odierna: “Sorrido e non lo faccio spesso, ma è stato un tempone – riporta Gazzetta.it -. Era difficile tirare, ma alla fine sapevo di avere la prima fila e ho spinto ancora, con più coraggio, palle e rischi. Molto bello, ho fatto uno dei migliori giri della mia vita. Impressionante, anche considerando le condizioni atmosferiche. Bellissimo, ma ora voglio continuare così pure in gara”. Il maiorchino dovrà essere in grado di concretizzare domani quanto di buono mostrato finora e non sarà facile dato che la concorrenza è pronta a dare battaglia per la vittoria, seppur lui sembri averne di più.

Jorge Lorenzo risponde così a chi gli chiese se questa è la sua svolta nel Mondiale: “Per molti questo è un sport di risultati, non c’è pazienza, se non si vedono i risultati si parla di crisi. In realtà mi sono successe tante cose nei primi GP e adesso che tutto è perfetto posso dimostrare il mio potenziale che non è solo questo tempo che ho fatto ma gli è vicino”. Non erano mancate le critiche nei suoi riguardi dopo le prime gare, c’era chi dicesse che stesse soffrendo la presenza e la competitività di Valentino Rossi sulla stessa moto. Ma lui proprio in Spagna, nella sua terra, vuole dimostrare di essere ancora un campione.