MotoGP Jerez, Andrea Iannone: “Sto crescendo, adesso i risultati si vedono”

Andrea Iannone a Jerez
Andrea Iannone (getty images)

Andrea Iannone per la seconda volta in questo Mondiale è riuscito a conquistare la prima fila, mentre Andrea Dovizioso partirà dalla terza fila. Nel Gran Premio di Jerez de la Frontera il pilota abruzzese sarà al fianco di Jorge Lorenzo e Marc Marquez, mentre il forilvese ha chiuso le qualifiche in ottava piazza.

“Va bene, sono contento, questo è il frutto del lavoro del week end e della gare fatte finora – ha dichiarato Andrea Iannone, come riportato da ‘La gazzetta dello Sport’ -. Ci serviva del tempo per crescere e adesso si vedono i risultati. Andiamo bene pure sul passo grazia a tante piccole migliorie. La mia metamorfosi? Sto crescendo, mi sono dato una calmata, in passato non avrei finito tre le prime tre gare come ho fatto, perché avrei rischiato di cadere per la voglia di vincere”.

 

Meno soddisfatto il Dovi che dalla terza fila non avrà vita facile contro Marc Marquez, le Yamaha ufficiali e il suo stesso compagno di team: “La prima sfila era ormai fuori dalla mia portata, no nero abbastanza veloce. Ma la seconda fila era possibile, credo”, ha ammesso Dovizioso come riportato da Speedweek.com. “Venerdì eravamo più veloci, siamo stati più vicino alla parte alta. La messa a punto è cambiata un po’ e ora bisogna capire dove è stato il passo falso”.

In gara non sarà semplice gestire le alte temperature e l’usura delle gomme, ma la casa di Borgo Panigale può contare su una moto totalmente diversa da quella della scorsa stagione: “Ora dobbiamo mantenere la calma e studiare tutti i dati durante la notte. Dovremo  provare una soluzione diversa nel warm-up, ma non mi piace, perché in questo periodo dell’anno dalle 10 del mattino alle 14 la situazione cambia. Pertanto – ha concluso Andrea Dovizioso – il lavoro nel warm-up non è sempre utile ed efficace”.