MotoGP, Valentino Rossi: “Per battere Marquez bisogna migliorare frenata e ingresso curva”

Valentino Rossi a Jerez
Valentino Rossi a Jerez (getty images)

La prima giornata di prove libere è stata assai deludente per Valentino Rossi che ha deciso di scendere sull’asfalto di Jerez con le gomme dure, una scelta quasi controcorrente, visto che Jorge Lorenzo ha optato per la mescola più morbida. Ma quantomeno ai box del Dottore si è capito quale strada intraprendere domani, a cominciare dalle Prove Libere 3, dove sarà fondamentale qualificarsi nella top ten, onde evitare di dover ricorrere alle Q1.

Il pilota della Movistar Yamaha sembra in grande difficoltà non solo con le gomme, ma anche con il set-up della moto, sebbene sia giusto ricordare che sia nelle prove che nelle qualifiche non ha mai brillato in questa stagione, così come nella precedente. E allora ai tifosi del campione di Tavullia non resta che augurarsi il miglior piazzamento sulla griglia di partenza e attendere il solito ‘miracolo’ domenicale cui ormai ci ha abituati da tempo.

 

Il GP di Spagna inizia in salita

Al pomeriggio le temperature di Jerez si sono sensibilmente innalzate e le prestazioni di Rossi si sono involute in maniera inversamente proporzionale: “Era difficile controllare la moto, soprattutto al posteriore non era stabile”, ha sottolineato il pesarese in un’intervista riportata da Crash.net. “Credo che il lato psicologico non è importante. E’ solo importante avere velocità in pista”.

Al contrario di quanto molti pensavano Marc Marquez, nonostante il problema al mignolo sinistro, è riuscito ad essere veloce e nel week-end cercherà il riscatto dopo la caduta a Termas de Rio Hondo. “Marc è molto forte nelle battaglie e mi ha battuto in passato – ha ammesso Valentino -. Quindi non ci resta che essere più competitivi in ​​frenata e in ingresso di curva, dove di solito è più forte di noi”.

E alla vigilia del turno di prove libere la casa di Iwata ha annunciato che Jorge Lorenzo sarà un pilota Yamaha anche nel 2016, un annuncio che accoglie il consenso di Valentino Rossi: “Sono contento, insieme formiamo una bella squadra, abbiamo una buona relazione e riusciamo a fare progredire la moto con due approcci diversi”.

 

 

 

Luigi Ciamburro